Seguici su
Tecnologia 26 Gennaio, 2021 @ 11:29

Twitter lancia Birdwatch, uno strumento in stile Wikipedia per combattere la disinformazione

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Twitter lancia Birdwatch
(.shutterstock.com)

Articolo di Rachel Sandler apparso su Forbes.com

Con l’obiettivo di rivedere il modo in cui modera i contenuti, Twitter ha presentato lunedì Birdwatch, un programma pilota per il crowdsourcing dei fact-check con lo scopo di combattere la disinformazione.

Fatti chiave

  • Birdwatch consentirà agli utenti, chiamati “birdwatcher”, di identificare i tweet che ritengono possano contenere informazioni errate e di scrivere note con maggiori informazioni e contesto, con un approccio simile a Wikipedia, dove i volontari registrati scrivono, aggiornano e modificano articoli con grande precisione.
  • Chiunque può richiedere di essere un birdwatcher e gli unici requisiti sono un numero di telefono valido, un indirizzo email e nessuna violazione recente delle regole di Twitter.
  • Le note di birdwatching appariranno sotto un tweet e, nel tentativo di impedire alle persone di giocare con il sistema, i birdwatcher saranno in grado di valutare l’efficacia di ciascuna nota, influendo sulla classifica di quella nota.
  • Il programma pilota è disponibile al momento solo tramite un sito web separato, ma alla fine la società vuole espandere Birdwatch al resto del mondo Twitter.
  • Twitter ha affermato di volersi concentrare sul rendere Birdwatch “resistente ai tentativi di manipolazione e garantire” che non sia dominato da una maggioranza semplice o sia di parte in base ai suoi contributor”.

Quote cruciale

“Riteniamo che questo approccio abbia il potenziale per rispondere rapidamente alla diffusione di informazioni fuorvianti, aggiungendo un luogo di cui le persone si fidano e si riconoscono da un punto di vista valoriale. Alla fine puntiamo a rendere le note visibili direttamente sui Tweet per il pubblico globale di Twitter, quando c’è consenso da un ampio e diversificato insieme di contributor”, ha detto il vicepresidente di Twitter, Keith Coleman, in un post sul blog.

Background

Twitter è stato a lungo sotto pressione per impedire che la disinformazione si diffondesse sulla sua piattaforma. Ma è stato solo quest’anno che la società ha intrapreso un’azione più aggressiva. Twitter ha verificato i tweet dell’ex presidente Donald Trump e di altri politici sul Covid-19, sulle votazioni per posta e sui risultati elettorali. Quelle etichette si collegavano a testate giornalistiche o altre istituzioni che offrono informazioni credibili. Il social network alla fine ha bandito completamente Trump, a causa di tweet che avrebbero potuto incitare più violenza dopo la rivolta del Campidoglio. L’intenzione di Birdwatch, tuttavia, è quella di espandere questi sforzi al di là delle “circostanze in cui qualcosa infrange le nostre regole o riceve un’ampia attenzione da parte del pubblico”, ha detto Coleman.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!