La mobilità sostenibile occasione per riscoprire la dimensione comunitaria del vivere

Bici e bus
(Shutterstock)
Share
Bici e bus
(Shutterstock)

La transizione verso una mobilità veramente sostenibile come occasione imperdibile per riscoprire la dimensione comunitaria del vivere umano. Questo il tema al centro dell’intervento a Mobilitars di padre Joshtrom I. Kureethadam, coordinatore del settore Ecologia e creato del Dicastero per lo sviluppo umano integrale, istituito nel 2016 in Vaticano da Papa Francesco.

Introducendo i lavori del terzo mercoledì di lavori del simposio formativo organizzato da Bikenomist con il supporto di Selle Royal per parlare del ruolo dell’enciclica Laudato Si’, Kureethadam ha domandato: “Che tipo di mondo desideriamo trasmettere alle generazioni che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?”. L’approccio del pontefice alla sostenibilità, ha ricordato, parte sempre dalla questione della difesa della “casa comune”. “Dobbiamo muoverci come comunità”, ha detto Kureethadam, raccontando come, anche nel trasporto urbano “l’io debba essere sostituito dal noi”.

Nell’ambito della terza giornata di Mobilitars sono intervenuti anche, tra gli altri, Stefano Maggi, docente di Storia contemporanea e storia sociale dei trasporti all’Università di Siena, che ha parlato dell’importanza dell’intermodalità, lanciando l’idea di una Summer School per la mobilità sostenibile cui Bikenomist si è detta disponibile a collaborare con l’ateneo senese; Anna Donati, portavoce dell’Alleanza della mobilità dolce, ha formulato un pacchetto di proposte al presidente del consiglio Mario Draghi sulla mobilità e Next Generation Eu; Agnese Rebaglio, docente e ricercatrice del Politecnico di Milano, ha introdotto nella riflessione il tema della user experience e del design per lo spazio pubblico. Ad esemplificare l’intermodalità è intervenuto Matteo Jarre, mobility analyst di Decisio BV, residente a Friburgo, che ha spiegato cosa sono le ‘super ciclabili’ “piste ciclabili di qualità che collegano le stazioni dei treni”. Qualità della vita, comunità e mobilità dei piccoli comuni e delle valli al centro dell’intervento di Alessandra Bonfanti, dirigente Legambiente.

Mobilitars si concluderà mercoledì prossimo, il programma dell’ultima giornata di lavori è sempre consultabile sul sito dedicato all’evento e tutte le giornate si possono riascoltare e rivedere sul canale Youtube.