Perché Snap potrebbe valere 200 miliardi di dollari tra cinque anni

Snap Snapchat
(foto Drew Angerer/Getty Images)
Share
Snap Snapchat
(foto Drew Angerer/Getty Images)

Questo articolo di Abram Brown è apparso su Forbes.com.

Dopo il percorso netto degli ultimi due anni, Snap vale 100 miliardi di dollari: il suo valore è quadruplicato. Ma è possibile che questa cifra sia ancora bassa – forse molto bassa?

La società ha tenuto martedì il suo primo Investor day dal giorno della quotazione in borsa, nel 2017. Questi incontri, nel mondo aziendale, sono l’equivalente del Natale: un momento in cui le società quotate delineano i piani futuri e definiscono le aspettative. Nella maggior parte dei casi, illustrano cambiamenti lenti e graduali. Ma non è questo il caso di Snap.

La crescita di Snap

  • La società ritiene che i ricavi possano crescere del 50% o più nel corso dei “prossimi anni”. Secondo gli analisti, il periodo in questione potrebbe essere di un triennio. Se le previsioni venissero rispettate, le vendite di Snap passerebbero da 2,5 miliardi di dollari nel 2020 a quasi 4 miliardi nel 2021, per poi superare i 10 miliardi entro il 2024. Un incremento superiore al 50% annuo rappresenterebbe un’accelerazione anche rispetto al tasso di crescita già elevato degli ultimi tempi: negli ultimi tre anni, i ricavi sono saliti a un ritmo medio del 45% circa.
  • Spotlight, un feed di contenuti generati dagli utenti progettato per competere con TikTok, ha registrato 100 milioni di utenti attivi nell’ultimo mese e 175mila video inviati al giorno: numeri che certificano l’ottima partenza della nuova sezione di Snapchat. Un altro fatto significativo è che, con la costante crescita di Spotlight, Snap prevede di riuscire a piazzare proprio su questa piattaforma le sue inserzioni pubblicitarie più remunerative, e di ottenere così un consistente incremento dei ricavi.
  • La funzione mappa di Snap è una delle meno chiacchierate. La società è convinta, tuttavia, che la geolocalizzazione della sua app sarà determinante nell’attirare su Snapchat una grande quantità di business di piccole e medie dimensioni. La piattaforma ne conta già 35 milioni. L’aggiunta di questo genere di società è ciò che ha permesso a Facebook di incrementare la sua utenza – e i suoi ricavi – nello scorso decennio.
  • Al momento, il prezzo delle azioni di Snap è di 70 dollari, con un rapporto prezzo/fatturato di circa 40. Gli investitori sono dunque disposti a pagare molto per una società che si aspettano cresca sensibilmente. Sarà difficile per Snap – ma non impossibile – mantenere questa valutazione. Un’ipotesi più prudente potrebbe essere di un rapporto prezzo/fatturato di circa 20, all’incirca la valutazione media ottenuta dal titolo negli ultimi due anni. In questo scenario, Snap potrebbe valere 200 miliardi di dollari entro il 2025, immaginando che i ricavi crescano al ritmo atteso dalla società, fino a oltre 10 miliardi. John Blackladge, un analista di Cowen, ha elaborato un modello che si spinge fino al 2026, anno in cui i ricavi di Snap supererebbero i 20 miliardi. A quel punto, la capitalizzazione di mercato potrebbe essere vicina ai 400 miliardi.

Share