Salute come motore del cambiamento. La filosofia di Show Club in H-Farm

Share

Far viaggiare educazione e cultura sportiva in binario comune e tecnologicamente avanzato ed innovativo per regalare, fin dalla tenera età, modi di considerare e praticare diversamente – e con piacere – l’esercizio fisico. Una sfida importante, in un momento storico in cui il 92% della popolazione non si allena e le persone attive sono appena l’8% degli italiani.

Ecco perché dall’8 marzo 2021 all’interno del campus internazionale di H-Farm apre la quarta sede Show. L’obiettivo è chiaro: cambiare il modo di pensare e fare l’esercizio fisico.

Coerenza, rispetto, ricerca, innovazione ed attenzione alla salute delle persone” dalle parole del numero 1 di H-Farm Riccardo Donadon si possono comprendere i motivi per cui Show è stato scelto come struttura di riferimento legata all’esercizio fisico all’interno di H-Farm. Uno spazio creativo, unico nel panorama nazionale, che ha scommesso sull’importanza della salute come motore del cambiamento. Fisico, come sociale, soprattutto nel modo di interpretare e vivere l’esercizio nella quotidianità. Un tema molto rilevante quest’ultimo, perché educare alla cultura dell’esercizio fisico le nuove generazioni vuol dire raccogliere i frutti di questa paziente semina tra 20 anni.

E chissà se quell’8% di popolazione attiva e allenata possa arrivare alla tanta sospirata doppia cifra.

H-Farm e Show Training Club siglano la loro partnership

Ad oggi le scuse per cui non ti alleni sono quelle di sempre.

Proviamo ad indovinarle?

  • Le tue giornate sono un tetris di impegni. 10-12 ore di lavoro quotidiano con le responsabilità, lo stress, la pressione di dovere essere sempre al top mentalmente e fisicamente. Come ti comprendiamo. Eppure, secondo l’OMS basterebbero appena 21 minuti ogni giorno di movimento per sentirsi meglio e raggiungere gli obiettivi profondi, che forse anche tu hai paura di raggiungere. Per te, come per il 92% della popolazione. Ed allora come è possibile che palestra nella testa delle persone voglia dire spesso fatica e stress?

 

  • Forse perché al posto di fatica, durante l’allenamento, si dovrebbe parlare di piacere. Che cosa vuole dire? Le parole del prof. Vito Stolfi, ideatore e responsabile del Metodo delle 3 F, faro organizzativo dei centri di personal training Show Club a Padova e Treviso, possono tornare utili: Dare alla persona l’opportunità di assaporare e gustare i dettagli e le sfumature in grado di amplificare la sensazione dell’intensità dell’esercizio, fornendo immagini nitide e belle nella testa del soggetto che si allena. In poche parole, l’immaginazione che si amplifica oltre la realtà e diventa piacere per chi si allena“.

 

Le sue parole sull’importanza dell’esercizio fisico e sulla nuova apertura Show all’interno di H-Farm

Se un esercizio viene spiegato, visualizzato, approfondito, collegato con lo scopo per chi lo svolge e ha deciso di iniziare un percorso di allenamento, è molto probabile che la sensazione nel “durante” e nel “post”, per quest’ultimo, sia di soddisfazione, appagamento e benessere, per la maggiore consapevolezza e comprensione emotiva che ciò fa scaturire.

Non è un caso che all’interno della parola benessere vi siano due termini come “bene” ed “essere”. E spesso benessere fa rima con felicità. Secondo l’ex segretario generale dell’ONU, Ban Ki-Moon “la felicità è un insieme di tre forme di benessere: sociale, economico e ambientale”.

  • Il fattore ambientale è una variabile discriminante e molto importante nel momento della scelta.

I luoghi sono importanti. L’esperienza all’interno di uno spazio fisico è sempre più cruciale nelle scelte. Parola d’ordine? Sicurezza e comfort. Probabilmente per stimolarti hai bisogno di superfici ampie e luminose, con sistemi di areazione all’avanguardia e che ti possano permettere di muoverti in sicurezza e comfort. Attrezzi innovativi e sempre sanificati, con un’attenzione maniacale all’igienizzazione degli spazi comuni e con odori gradevoli, possono motivarti a muoverti al meglio.

  • Proprio la motivazione è un altro tema cruciale quando si decide di iniziare ad allenarsi o meno. Spesso per mantenere fede ai propri buoni propositi, c’è bisogno di una guida, un appiglio che ti sappia risollevare quando senti che stai per mollare, quando stai muovendo i primi passi e che ti sappia sempre stare accanto silenziosamente, ma presente.

Questa tematica è strettamente collegata anche al senso di inadeguatezza che qualche volta ti pervade quando metti piede dentro ad una palestra. Ti possiamo rassicurare: la colpa non è tua, bensì di tutti quegli sguardi giudicanti dei frequentatori abituali, spesso più allenati e in forma rispetto a te. Oppure dei trainer o personal trainer, che danno spesso per scontato troppi dettagli tecnici per chi come te è alle prime armi. Torniamo a monte: il benessere fisico e psicologico dell’individuo allenato deve essere sempre la priorità. Frequentare una palestra è tutto meno che un gesto facile, bensì è eroismo puro (molte volte).

Ecco perché avere qualcuno in grado di aumentare la sensibilità dentro di te in quello che fai è fondamentale. Per quale ragione? Ancora il prof. Vito Stolfi ci viene in soccorso: “Percepire ed ascoltare le sensazioni all’interno del proprio corpo per trovare il punto emotivo in cui il movimento diventa desiderio e non bisogno. Perché il desiderio è una ricerca continua di piacere, che con il tempo trasforma l’azione in sana abitudine. E noi aggiungiamo alla vita qualcosa di più attivo, sano e felice.