Cucinelli in prima linea contro il Covid: il suo Parco della Bellezza di Solomeo diventa un centro vaccinale

Brunello Cucinelli
Share

Continua l’impegno di Brunello Cucinelli, imprenditore umbro conosciuto nel mondo come il re del cashmere, nella lotta al Covid-19 nella sua azienda a Solomeo, alle porte di Perugia, dove in un sito antico prima castello fortificato ha costruito un’impresa che ha messa al centro di tutto i principi dell’Umanesimo.

Così dopo la campagna fitta di tamponi per i lavoratori della Cucinelli, ecco ora che l’imprenditore, direttore creativo del brand famoso nel mondo per la sua eccellenza, raccoglie l’invito del Governo di Mario Draghi a compiere azioni di appoggio concreto alla campagna vaccinale. Così sempre in stretta collaborazione tra Regione Umbria, USL Umbria 1, Brunello Cucinelli S.p.a e Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, continuano ad aumentare i punti vaccinali in Umbria, che diventano territorialmente sempre più capillari, arrivando appunto fino a Solomeo.

Tra pochi giorni infatti nel Parco della Bellezza di Solomeo sarà allestito un punto vaccinale territoriale che si comporrà di due linee differenti dedicate alla somministrazione. La Brunello Cucinelli Spa e la Fondazione di Famiglia garantiranno gli emolumenti per il personale impegnato in questa operazione che al momento sarà composto da 16 unità. Con questa struttura si immagina di somministrare circa 1.200 dosi settimanali. “Ancora una volta Brunello Cucinelli si distingue non solo per l’attenzione all’innovazione, alla cura del design e per la sua internazionalità che contribuisce a rendere l’Umbria nota nel mondo”, ha detto il Commissario Covid Massimo D’Angelo, “ma anche per la sua sensibilità verso gli aspetti sociali del mondo del lavoro e della comunità. In questo momento difficile il suo gesto assume un significato ancora più importante, visto che con l’allestimento, contribuirà a rendere più capillare la presenza di punti vaccinali sul territorio e ad aumentare il numero di dosi somministrate  a tutti i cittadini e non solo ai dipendenti dell’azienda e quindi a traghettare la nostra comunità prima possibile fuori dalla pandemia”.

L’imprenditore negli ultimi mesi ha continuato sempre a lavorare tenendo aperta l’azienda sempre in sicurezza, col coordinamento della Regione Umbria e dell’Università di Perugia. In questa occasione di lancio dell’iniziativa dei vaccini sul sito del Parco della Bellezza Brunello ha anche scritto una lettera ai dipendenti, in cui ricorda come coraggio, genialità, tenacia, etica del lavoro siano sempre stati perseguiti al meglio e da tutti, con un senso altissimo di responsabilità e di generosità. Tanto che per questo 2020 che si è appena chiuso l’imprenditore ha potuto quantificare le perdite nelle vendite solo intorno al 10%,proprio grazie all’impegno collettivo. Ora la svolta vaccinale nella campagna intorno a Solomeo che è diventata giardino-monumento.

“Abbiamo accolto con grande emozione le parole con le quali il nostro stimatissimo presidente Mario Draghi ha esortato le attività pubbliche e private a sostenere questo momento di speranza con la realizzazione di centri temporanei per la vaccinazione anti Covid”, ha detto Cucinelli, “come ci ha ricordato lo stesso presidente, prendiamo le decisioni con grande ponderatezza, e mettiamole in pratica con altrettanta rapidità. Ispirati dall’esempio e dalla Fede nella Provvidenza che animava Don Alberto Seri, nostro indimenticato parroco il quale qui a Solomeo e in Umbria, nel momento doloroso dopo la fine della seconda guerra mondiale, dedicò la sua vita e il suo cuore alla salute fisica e morale del prossimo, abbiamo scelto con piena partecipazione di destinare a tale fine nobile e utilitario le strutture del parco della Bellezza, che venne dedicato al nostro amato sacerdote e porta il suo nome, realizzando un centro vaccinale nel luogo dove è più viva e sensibile l’unione tra la bellezza estetica, la salute fisica e quella spirituale”, ha concluso il re del cashemere.