Il gruppo DigiTouch acquisisce la startup Ondeal per crescere nell’e-commerce

Simone Ranucci Brandimarte, presidente dell'Italian Insurtech Association
Simone Ranucci Brandimarte, presidente dell’Italian Insurtech Association
Share

Il gruppo DigiTouch, società quotata sul mercato Aim Italia, è una realtà market centrica che sintetizza
competenze di MarTech, creative e tecnologiche e le attiva in modo integrato per supportare le aziende nella
loro comunicazione, per predire i trend di mercato e per rispondere alle esigenze dei brand, oggi e domani. Può contare su un team di specialisti distribuiti nelle sedi di Milano e Roma e con un portfolio di oltre 300 clienti, ha una forte expertise in tutte le industry e collabora sia con Pmi che con grandi aziende corporate.

E’ del 18 marzo la notizia che DigiTech ha sottoscritto un accordo vincolante finalizzato all’acquisizione della
startup innovativa Ondeal, il cui gioiello è la soluzione 4Deal: piattaforma di gestione di market-place in grado di connettere prodotti di diversi brand con milioni di consumatori sui principali marketplace europei, gestendo ordini, operation e consulenza.

Forbes.it ha intervistato Simone Ranucci Brandimarte, presidente del gruppo DigiTouch, per capire dalle
sue parole la chiave strategica che c’è dietro all’accordo.

Ranucci, qual è il contesto in cui nasce questo accordo?
Secondo i dati del Politecnico di Milano, nel 2020 le vendite tramite market-place in Italia hanno pesato quasi il 44% su un totale di circa 24 miliardi di euro di transazioni complessive per il commercio online. Le vendite su e-commerce continuano a registrare un’ascesa prolungata da diversi anni. A fronte di un mercato europeo di circa 49 miliardi di euro nel 2020, si stima che nel 2024 possano raggiungere un valore di circa 67 miliardi di euro secondo Digital Market Outlook. Si tratta di dati che ovviamente risentono del trend dovuto al repentino cambio di abitudini introdotte dalla pandemia, la quale ha generato una forte accelerazione degli acquisti online da parte dei consumatori”.

Oltre al potenziale mercato e-commerce, cosa vi ha spinto a questa acquisizione?
E’ evidente che il momento che stiamo vivendo sta generando una forte accelerazione degli investimenti in tecnologie digitali, sia lato creazione di offerta che lato promozione prodotti. Per DigiTouch, con una conoscenza profonda del settore maturata in anni di esperienza nelle vendite multichannel, Ondeal rappresenta un target e una scelta ottimale per proseguire nel nostro cammino di espansione e di focalizzazione sui segmenti chiave dell’ecosistema digitale.

Chi è Ondeal e che numeri ha?
Ondeal gestisce una piattaforma in grado di integrare il catalogo prodotti dei propri clienti e di gestirne in modo diretto la pubblicazione sui principali market-place (Amazon, Ebay, Aliexpress, ManoMano, Privalia, Zalando, ePrice, Wish, etc) in alcuni dei principali paesi europei come Italia Germania, Svezia, Olanda, Francia, Spagna e Polonia, con l’obiettivo di aprire a breve anche Sud America e Medio Oriente. La società ha chiuso il 2020 con ricavi per circa 2 milioni di euro e ha raggiunto già il break-even di bilancio. Sulla base del trend dei primi due mesi e dei progetti acquisiti per il 2021, si stimano ricavi dell’esercizio in corso pari a circa 3,5 milioni di Euro con un EBITDA margin intorno al 5%, grazie anche alle sinergie con il gruppo DigiTouch. La previsione sulla base dei piani interni prevede ricavi al 2023 per circa 8-9 milioni di euro e EBITDA margin del 9-10%.

Possiamo sapere le cifre dell’accordo?
Nell’ambito del progetto industriale, DigiTouch intende acquisire dai venditori il 100% del capitale sociale di Ondeal. L’acquisto avverrà in 3 fasi. La prima è l’acquisizione dai venditori di una partecipazione pari al 90,38% del capitale sociale di Ondeal a fronte di 578 mila Euro. Faremo quindi un aumento di capitale da altri 320 mila euro. E come terzo fase potremo, sulla base dei risultati 2023, acquistare anche l’ultima parte del capitale per una spesa massima di ulteriori 290mila Euro. Ci tengo a dire che l’operazione è gestita interamente con mezzi propri.

Quanto crede che impatterà questo accordo sul futuro di DigiTouch?
Sulla base dei nostri forecast e delle stime di mercato, prevediamo che la nostra business unit e-commerce, uno dei tre pillar della top line del Gruppo, si rafforzerà significativamente nel prossimo triennio.