Oracle sfreccia in Formula 1 con Red Bull Racing Honda: sarà partner ufficiale per il cloud

RedBull
Share

Red Bull Racing, che ha nel suo medagliere quattro campionati di Formula 1, ha scelto Oracle, un gigante della tecnologia, come partner ufficiale per l’infrastruttura cloud. Per capire il valore di questa partnership bisogna partire da un neologismo “martech” che significa trasformare i dati in engagement per aumentare la relazione emotiva e il legame tra marca e consumatore. Le auto di F1, come le moto del Moto GP, si portano in giro nella carrozzeria un gran numero di sensori che trasmettono e raccolgono dati sulle corse. Un materiale grezzo che varia da circuito a circuito e che va gestito con grande esperienza, velocità e sicurezza.

Grandi successi in tempi brevi
Ma questa alleanza si può definire una operazione di performance o di promotion? “Tutte e due le cose insieme”, risponde Ariel Kelman, chief marketing officer in Oracle, “per certo la nostra è un intervento 100% focalizzato sulla tecnologia. L’alleanza dal mio punto di vista risulta ottimale, tutte e due i partner hanno passione per il design, le performance e le vittorie. Red Bull Racing Honda non avrebbe certamente potuto vincere così tanti campionati piloti e costruttori nella sua relativamente breve esistenza, senza aver cercato di superare i limiti del possibile”. Oracle adesso si impegna a lavorare con questo team per scoprire e creare le tecnologie e il design che permettono di stabilire nuovi standard.

Machine learning e data analytics
L’accordo win-win permette a Reb Bull Racing Honda di migliorare la relazione con il suo pubblico producendo contenuti e occasioni di coinvolgimento con le corse e i piloti. Al team di F1 servivano le applicazioni per la customer experience come Oracle Unity Customer Data Platform, Oracle CrowdTwist Loyalty and Engagment e Oracle Responsys Campaign Management. Si tratta di “combinare realtà virtuale con la realtà con tutta l’ampia narrativa Red Bull Racing, che potremo mettere a frutto pienamente con gli strumenti tecnologici che Oracle metterà a nostra disposizione”, dice Oliver Hughes Red Bull chief marketing officer. Le funzioni machine learning e data analytics del cloud di Oracle per ottimizzare le modalità in cui utilizza i dati a tutti i livelli dalle attività live che accadono sui circuiti alla possibilità di dare informazioni più emozionanti ai fan.

Rafforzare il brand e progettare bolidi
“Quello di cui ha bisogno in questo momento Red Bull Racing Honda è un’ organizzazione all’avanguardia nel campo dell’innovazione tecnologica che Oracle vanta da oltre 40 anni”, sottolinea Christian Horner, team principal Red Bull Racing Honda. “Nel mercato Oracle è uno dei nomi più noti e affidabili nella gestione dei database e cloud computing e offre a famosi clienti innovazione e conoscenza. Come Red Bull ci aspettiamo di sviluppare nuovi contenuti per coinvolgere i nostri fan e puntare al rafforzamento del nostro brand fino alla fornitura di nuove risorse a tutto il team, compresi i dipartimenti che si occupano di progettazione e ingegneria”.