Cambi di poltrone in casa Ferragamo: Ferruccio lascia la presidenza, al suo posto il fratello Leonardo

Ferruccio Ferragamo (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)
Share

L’amministratrice delegata Micaela le Divelec Lemmi e il vice presidente esecutivo Michele Norsa manterranno le loro posizioni in Ferragamo. È quanto emerge dalla lista per il rinnovo del consiglio di amministrazione, valida fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2023, condivisa dalla controllante finanziaria della maison fiorentina stamattina, in vista dell’assemblea che il 22 aprile dovrà rinnovare il Cda.

L’azienda – che con 4mila dipendenti, conta oggi una una rete di 644 punti vendita mono-marca al 31 dicembre 2020 – ha comunicato però un importante passaggio di famiglia con l’uscita di Ferruccio Ferragamo, 75 anni, dal ruolo di presidente della società quotata in Borsa, di cui era stato a lungo anche amministratore delegato, che si concentrerà sulla holding Ferragamo Finanziaria (sua il 54,28% del capitale della società operativa). A prendere il suo posto sarà il fratello Leonardo, 67 anni, attuale amministratore delegato della Palazzo Feroni Finanziaria cui fanno capo gli alberghi e le proprietà immobili e agricole.

“Un passo rilevante nel processo di cambiamento in fase di realizzazione che vede da una parte Ferragamo Finanziaria concentrare la sua attività di direzione e coordinamento nella individuazione, promozione e monitoraggio dei valori fondanti e identitari a cui Salvatore Ferragamo si dovrà ispirare e, dall’altra, la valorizzazione dell’autonomia strategica e di gestione della Salvatore Ferragamo per affrontare le rilevanti sfide del futuro”, si legge nella nota. Tra gli azionisti di controllo, oltre a Leonardo Ferragamo, Giacomo Ferragamo, figlio di Ferruccio, e Angelica Visconti, figlia di Fulvia Ferragamo.

Accanto a le Divelec e Norsa sono stati indicati Umberto Tombari, ordinario di diritto Commerciale all’università di Firenze ed ex presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Firenze, Patrizia Giangualano, advisor di governance e sostenibilità, Marinella Soldi, ex amministratrice delegata di Discovery e oggi consigliera indipendente in Nexi, Ariston Thermo e Italmobiliare e Frédèric Blouss, fondatore del gruppo SMCP.