Françoise Bettencourt Meyers è la donna più ricca del mondo: chi sono le altre miliardarie della Forbes Billionaires

Francoise Bettencourt-Meyers insieme alla mamma Liliane Bettencourt scomparsa nel 2017.(Photo by Pascal Le Segretain/Getty Images)
Share

Articolo di Deniz Çam apparso su forbes.com

A febbraio, la trentunenne Whitney Wolfe Herd, cofondatrice di Bumble, ha quotato la sua app di incontri, diventando la più giovane ceo donna negli Stati Uniti a suonare la campana di apertura della Borsa e la più giovane miliardaria self-made del mondo. Wolfe Herd, il cui patrimonio vale 1,3 miliardi di dollari, è una delle 63 donne entrate per la prima volta nella Forbes Billionaires nel 2021.

Dagli Stati Uniti alla Cina, 328 donne sono entrate nella lista dei miliardari di Forbes, rispetto alle 241 dello scorso anno. In totale, le donne nell’elenco hanno raggiunto un patrimonio di 1.530 miliardi di dollari, in aumento di quasi il 60% rispetto all’ultimo anno. Insieme, hanno aggiunto $ 570,7 miliardi alla loro ricchezza, in gran parte grazie al rimbalzo dei mercati azionari in tutto il mondo. Dodici di queste donne condividono le loro fortune con il marito, il figlio o il fratello, contro le sette donne che hanno condiviso le loro fortune l’anno scorso, tra cui la tedesca Beate Heister, erede della fortuna del colosso alimentare Aldi, che condivide con suo fratello Karl Albrecht, Jr. Una new entry che quest’anno condivide la sua fortuna è Keiko Erikawa dal Giappone. Lei e suo marito Yoichi hanno fondato lo sviluppatore di videogiochi Koei Tecmo quattro decenni fa.

Erikawa è anche una delle 108 donne self-made nella nostra lista, rispetto alle 67 dell’anno scorso, a testimonianza dell’ascesa delle donne imprenditrici che si uniscono ai colleghi miliardari. C’erano 66 donne che nonostante avessero ereditato la loro ricchezza, hanno continuato a farla crescere. Miuccia Prada, ad esempio, ha trasformato l’azienda di lusso di famiglia Prada in un marchio da 2,9 miliardi di dollari (vendite 2020) con il marito, e co-ceo, Patrizio Bertelli. Inoltre, c’erano 154 donne che hanno ereditato la loro fortuna ma non sono attivamente coinvolte nell’espansione come Dagmar Dolby che possiede circa il 36% della società di tecnologia audio quotata in borsa Dolby Laboratories, fondata dal suo defunto marito, Ray Dolby (morto nel 2013).

La donna più ricca del mondo, l’ereditiera di L’Oreal Françoise Bettencourt Meyers, ha ottenuto il maggior guadagno tra le altre donne, la cui fortuna è legata all’andamento delle azioni. Il prezzo delle azioni di L’Oreal, di cui lei e la sua famiglia possiedono una quota del 33%, è aumentato di quasi il 40% dallo scorso marzo, contribuendo ad aggiungere $ 24,7 miliardi al patrimonio netto di Bettencourt.

Anche MacKenzie Scott, l’ex moglie del numero uno di Amazon Jeff Bezos, è diventata più ricca quest’anno, nonostante i suoi numerosi sforzi filantropici durante la pandemia. Scott, che si è impegnata a dare via la sua ricchezza “fino a quando la cassaforte non sarà vuota”, ha donato quasi 6 miliardi di dollari a enti di beneficenza in tutta l’America nel 2020. Tuttavia, grazie alle azioni Amazon che ha ottenuto con il divorzio, ora vale di più (53 miliardi di dollari) nell’elenco di quest’anno rispetto a quando ha iniziato ($ 36 miliardi nella nostra classifica del 2020).

Tuttavia, non tutti hanno “vinto” nel 2021. Le fortune di 24 donne sono diminuite nell’ultimo anno a causa del calo delle azioni, del calo del valore delle partecipazioni private, della scoperta di più informazioni sui loro beni da parte di Forbes – o di un regalo molto generoso. A ottobre, il miliardario tedesco Friede Springer ha ceduto il 15% della società (per un valore di circa 1,2 miliardi di dollari) all’amministratore delegato di Axel Springer, la casa editrice tedesca fondata dal suo defunto marito. Nel tentativo di incoraggiare una transizione graduale, gli ha anche venduto un ulteriore 4,1% della società e ora detiene solo il 22%.

Ecco le prime 10 donne più ricche del mondo (il loro patrimonio netto è calcolato al 5 marzo 2021):

#1 | Françoise Bettencourt Meyers & famiglia

PATRIMONIO NETTO: $73,6 MILIARDI
ETA’: 67
CITTADINANZA: FRANCIA
FONTE DI RICCHEZZA: L’OREAL

Bettencourt Meyers ha ereditato la sua fortuna da sua madre, Liliane Bettencourt (scomparsa nel 2017), il cui padre, Eugene Schueller, ha fondato il gigante dei cosmetici L’Oréal. I profitti dell’azienda da 33,6 miliardi di dollari (vendite 2020) sono diminuiti del 6% nel 2020, in parte a causa del disinteresse dei consumatori per il make-up durante i mesi di quarantena. Eppure, lo stock è aumentato ancora del 38% grazie alla ripresa della domanda di cosmetici, soprattutto per quanto riguarda i prodotti per la cura della pelle. Bettencourt Meyers è nel consiglio di L’Oréal dal 1997.

Alice Walton, figlia del fondatore di Walmart Sam Walton. (Rick T. Wilking/Getty Images)

#2 | Alice Walton

PATRIMONIO NETTO: $61,8 MILIARDI

ETA’: 71

CITTADINANZA: USA

FONTE DI RICCHEZZA: WALMART

La figlia di Sam Walton ha perso il posto di donna più ricca del mondo a causa di Françoise Bettencourt Meyers, ma ha comunque guadagnato 7,4 miliardi di dollari nell’ultimo anno, grazie alle azioni Walmart che sono aumentate di oltre il 5% da metà marzo 2020. Il gigante della vendita al dettaglio ha introdotto la consegna gratuita come parte di un programma di abbonamento simile ad Amazon Prime, contribuendo a incrementare le vendite online del 69% durante l’anno fino a gennaio.

MacKenzie Bezos ora MacKenzie Scott
MacKenzie Scott (Gettyimages)

#3 | MacKenzie Scott

PATRIMONIO NETTO: $53 MILIARDI

ETA’: 50

CITTADINANZA: USA

FONTE DI RICCHEZZA: AMAZON

Scott, il cui matrimonio con il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, è terminato nel 2019, è diventata la più grande filantropa dallo scoppio della pandemia, donando $ 5,8 miliardi di sovvenzioni a 500 organizzazioni senza scopo di lucro negli Stati Uniti, sostenendo cause tra cui l’equità razziale, i diritti della comunità LGBT e la salute pubblica. Di recente si è risposata e suo marito, l’insegnante di scienze Dan Jewett, si è unito alla sua promessa, risalente al 2019, di regalare gran parte della sua fortuna.

#4 | Julia Koch & family

PATRIMONIO NETTO: $46,4 MILIARDI

ETA’: 58

CITTADINANZA: USA

FONTE DI RICCHEZZA: KOCH INDUSTRIES

La vedova di David Koch (scomparso nel 2019), Julia Koch e i suoi figli hanno una partecipazione del 42% nell’azienda di famiglia, la Koch Industries, che è diventata la più grande azienda privata americana per fatturato lo scorso anno. Non è coinvolta nel conglomerato da $ 115 miliardi (vendite 2019). Il fratello maggiore di David, Charles, è presidente e possiede anche una quota del 42%.

#5 | Miriam Adelson

PATRIMONIO NETTO: $38,2 MILIARDI

ETA’: 75

CITTADINANZA: USA

FONTE DI RICCHEZZA: CASINÒ

Adelson ora controlla la partecipazione del 56% di Las Vegas Sands, precedentemente di proprietà di suo marito, Sheldon Adelson, morto all’età di 87 anni a gennaio. La società ha perso $ 985 milioni nel secondo trimestre del 2020 poiché i suoi due casinò e resort di Las Vegas sono stati chiusi a causa di blocchi in tutto lo stato. I casinò hanno riaperto a giugno 2020, ma l’attività ha chiuso l’anno con una perdita netta di 1,69 miliardi di dollari, rispetto ai 2,7 miliardi di dollari di profitti dell’anno precedente. Las Vegas Sands ha annunciato a marzo che sta vendendo le sue proprietà a Las Vegas per $ 6,25 miliardi per concentrarsi invece sull’Asia. La sua attività è molto più solida a Macao.

#6 | Jacqueline Mars

PATRIMONIO NETTO: $31,3 MILIARDI

ETA’: 81

CITTADINANZA: USA

FONTE DI RICCHEZZA: DOLCI, CIBO PER ANIMALI

Jacqueline Mars e suo fratello John possiedono ciascuno circa un terzo di Mars Inc., l’azienda di caramelle,  pet care e cibo da 40 miliardi di dollari (vendite) nota per prodotti come M&M’s e Skittles. La società è stata fondata da Jacqueline e dal nonno di John, Frank C. Mars, nel 1911. Nel novembre 2020, Mars Inc. ha acquisito il produttore di snack bar Kind per una somma non rivelata, tre anni dopo aver acquisito una quota di minoranza.

#7 | Yang Huiyan & famiglia

PATRIMONIO NETTO: $29,6 MILIARDI

ETA’: 39

CITTADINANZA: CINA

FONTE DI RICCHEZZA: REAL ESTATE

Yang Huiyan possiede circa il 58% del promotore immobiliare cinese Country Garden Holdings. Suo padre, il fondatore, ha trasferito la sua partecipazione nell’azienda nel 2007. Le azioni sono diminuite di quasi il 14% a causa della pandemia. Yang presiede anche la società di formazione quotata negli Stati Uniti Bright Scholar Education Holdings.

#8 | Susanne Klatten

PATRIMONIO NETTO: $27,7 MILIARDI

ETA’: 58

CITTADINANZA: GERMANIA

FONTE DI RICCHEZZA: BMW, PRODOTTI FARMACEUTICI

Le vendite di auto si sono riprese dal crollo registrato in precedenza durante i primi mesi di pandemia, portando un aumento di $ 10,9 miliardi nella fortuna dell’erede di BMW. La casa automobilistica tedesca ha registrato ricavi per quasi 119 miliardi di dollari nel 2020 e il prezzo delle sue azioni è aumentato di oltre il 93% da metà marzo 2020. Ha ereditato la sua quota del 19,1% in BMW dalla sua defunta madre, Johanna Quandt, che era sposata con Herbert Quandt, il quale ha guidato la BMW verso il successo nel mercato dei veicoli di lusso. Investitrice con un Master in Business Administration, Klatten ha contribuito a trasformare il gruppo Altana AG del nonno, di cui è proprietaria, in un’azienda di prodotti chimici speciali di livello mondiale.

#9 | Gina Rinehart

PATRIMONIO NETTO: $23,6 MILIARDI

ETA’: 67

CITTADINANZA: AUSTRALIA

FONTE DI RICCHEZZA: INDUSTRIA MINERARIA

Rinehart, la persona più ricca d’Australia, è presidente della società mineraria e agricola Hancock Prospecting Group, fondata da suo padre, l’esploratore di minerali di ferro Lang Hancock (morto nel 1992). L’industria del minerale di ferro è stata colpita dalla pandemia all’inizio del 2020, ma da allora il mercato si è ripreso, contribuendo ad aumentare il valore della sua partecipazione nel gruppo, stimata del 77%.

#10 | Iris Fontbona & famiglia

PATRIMONIO NETTO: $23,3 MILIARDI

ETA’: 78

CITTADINANZA: CILE

FONTE DI RICCHEZZA: INDUSTRIA MINERARIA

Fontbona rientra nella lista delle 10 donne più ricche del mondo dopo che il suo patrimonio netto è diminuito all’inizio del 2020. È la vedova di Andrónico Luksic (morto nel 2005), che ha costruito una fortuna mineraria e di beverage. Lei e i suoi figli controllano la società mineraria cilena Antofagasta, che ha registrato vendite per 5,1 miliardi di dollari nel 2020. Fontbana possiede anche una quota di maggioranza in Quiñenco, un conglomerato cileno quotato in borsa attivo nel settore bancario, della birra e della produzione.