Dal 2040 Honda avrà una gamma 100% elettrica: stanziati quasi 40 miliardi di euro in 6 anni

Share

Nella conferenza stampa inaugurale in qualità di nuovo ceo Honda, Toshihiro Mibe ha annunciato che dal 2040 il brand nipponico avrà una gamma 100% elettrica. Mibe ha fornito un preciso programma per raggiungere la totale decarbonizzazione “tank-to-wheel” (dal serbatoio alla ruota). Honda punta ad aumentare il peso dei veicoli a batteria e fuel cell sul totale delle vendite globali al 40% entro il 2030, all’80% entro il 2035 e al 100% entro il 2040. L’azienda sta perseguendo questo obiettivo su più fronti. A partire dall’espansione della proposta di veicoli elettrici a due e quattro ruote, oltre a inserire le batterie sostituibili del tipo Honda Mobile Power Pack in più veicoli.

Analogo percorso sarà intrapreso nei principali mercati in cui Honda è presente. In Nord America l’azienda punta a lanciare nel 2024 due modelli Bev sfruttando la piattaforma Ultium dell’alleata General Motors e nella seconda parte del decennio una serie di nuovi EV sulla base del pianale proprietario e:Architecture. In Cina è invece previsto il lancio di dieci nuove elettriche in cinque anni a partire dalla primavera del 2022 con il modello di serie del concept e:prototype presentato al Salone di  Shanghai.

In Giappone gli obiettivi sono differenti: Honda ha intenzione di aumentare la quota di veicoli a batteria e fuel cell sulle vendite totali al 20% entro il 2030, all’80% entro il 2035 e al 100% entro il 2040. Tuttavia includendo le ibride già nel 2030 la gamma sarà elettrificata al 100%. Nessuna indicazione invece per l’Europa a causa della presenza ormai estremamente limitata. Le vendite negli ultimi due anni si sono attestate in media intorno alle 100 mila unità; l’unico impianto, quello inglese di Swindon, è prossimo alla chiusura.

Mibe ha inoltre annunciato che entro la fine del decennio ogni nuovo modello lanciato nei mercati sviluppati sarà dotato di sistemi avanzati di assistenza alla guida per aumentare la sicurezza dei passeggeri e dei conducenti. Honda si è impegnata ad arrivare entro il 2050 a “zero decessi” per incidenti che coinvolgano i suoi veicoli. Per raggiungere tutti gli obiettivi sono stati stanziati investimenti in ricerca e sviluppo per l’equivalente di quasi 38,5 miliardi di euro nei prossimi sei anni. Honda ha infine indicato quale target finale la totale decarbonizzazione delle sue attività e dei suoi prodotti per il 2050, prevedendo la progressiva elettrificazione anche della gamma motociclette.