La seconda vita di Claudio Marchisio: ora è un imprenditore multimediale (e ha Chiellini come socio)

Claudio Marchisio e Giorgio Chiellini, Mate Agency
da sinistra a destra: Claudio Marchisio, Alessandro Veroli e Giorgio Chiellini di Mate (Photo by Stefano S. Guidi – Getty Images for MATE)
Share

Articolo tratto dal numero di Novembre 2020 di Forbes Italia. Abbonati qui

Serietà, professionalità, creatività, responsabilità ed esperienza. Sono i cinque pilastri su cui si basa l’attività di Mate, agenzia di comunicazione torinese che vede al suo interno l’unione di due realtà, Sportsuite, attiva dal 2014, e Mate Management, fondata dall’ex calciatore Claudio Marchisio tre anni fa. Nata con l’obiettivo di diventare un punto di riferimento nel mondo del marketing e della comunicazione sportiva, la nuova società, guidata da Alessandro Tocci e Alessandro Veroli, ha due anime ben distinte: una dedicata alla  comunicazione corporate e una all’ambito dello star system che supporta talenti a livello internazionale, come Gianluigi Buffon e Danilo Gallinari, nella gestione digital, nella creazione di progetti di comunicazione integrata, di sponsorizzazioni e di  produzione multimediale. In tutto ciò giocano un ruolo  fondamentale lo stesso Marchisio e il difensore della Juventus, Giorgio  Chiellini, anch’esso socio di capitale di Mate. “La fusione delle due realtà”, racconta Claudio Marchisio, che a differenza del suo ex compagno di squadra ha anche un ruolo operativo, “è stata una tappa naturale, che ci ha permesso di espandere la nostra attività anche al mercato europeo. Inoltre, grazie all’ingresso in società di Giorgio Chiellini, abbiamo arricchito la qualità e la professionalità delle nostre competenze”. 

In un mondo iper-connesso, la comunicazione digitale è essenziale. “Ma un atleta non riesce a fare tutto da solo, soprattutto perché ha tante pressioni mediatiche da dover gestire. Noi lo aiutiamo a gestire sia la comunicazione personale sia gli aspetti più legati alla sfera professionale. Questo consente di ricevere  un supporto prezioso che oltretutto può accrescere l’appeal commerciale del talent”, dice Claudio Marchisio. E c’è anche da considerare l’aspetto monetario. “La carriera di uno sportivo è relativamente breve e, visto che i guadagni arrivano velocemente e in giovane età, non è semplice gestirli. Per questo offriamo in primo luogo un percorso di educazione finanziaria che consenta anche ai più giovani di avere maggiore competenza e acquisire ulteriori elementi che li aiutino a valutare e compiere scelte in campo finanziario. In alcuni casi l’agenzia offre un servizio di consulenza mirato a valutare le migliori opportunità di investimento”, aggiunge Marchisio.

Appesi gli scarpini al chiodo, l’ex campione della Nazionale, ha infatti scoperto il suo lato imprenditoriale aprendo insieme alla moglie  Roberta una catena di ristoranti, Legami. “Ne sono  molto fiero. È nato tutto in  modo molto semplice, quasi naturale, perché pensavamo  di aprire un ristorante dove poter mangiare vicino casa (Marchiso abita fuori città ndr). Oggi, grazie alla nostra squadra, Legami sta  diventando un bel progetto, partito dal primo locale di Vinovo (TO), oggi è presente anche a Roma e in Sardegna e comprende un servizio di  distribuzione vini e beverage. In futuro offriremo anche un servizio catering”. I prossimi obiettivi di Mate invece? Continuare a crescere per diventare leader nel settore in Italia, e puntare poi al mercato internazionale”, conclude Claudio Marchisio.

LEGGI ANCHE: “Ciro Immobile, bomber anche negli investimenti”