Roger Federer è ancora una volta il tennista più pagato al mondo

(Photo by Clive Brunskill/Getty Images)
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Articolo di Brett Knight

Agli US Open di quest’anno mancheranno alcuni dei volti più famosi, tra cui i veterani Roger Federer, Rafael Nadal e Serena Williams, così come il 27enne Dominic Thiem, campione maschile dello scorso anno. Eppure sapere chi vincerà il torneo e il suo primo premio da 2,5 milioni di dollari non influirà sulle prime posizioni dei tennisti più pagati al mondo. In quanto, grazie ai loro contratti di sponsorizzazione, riescono più che a compensare un eventuale calo dei loro premi in denaro.

Anche quest’anno, è Roger Federer – che salterà l’Us Open, a causa di un infortunio al ginocchio –  ad aggiudicarsi il primo posto nella classifica dei tennisti più pagati al mondo, grazie a un guadagno lordo negli ultimi 12 mesi di 90,6 milioni di dollari, secondo i calcoli di Forbes. Di questi, poco meno di un milione di dollari provengono da entrate dirette dal mondo del tennis. Nuovo record per Naomi Osaka che, con 60,1 milioni di dollari – di cui il 90% provengono da entrate esterne ai campi di tennis -, ha conquistato il secondo posto della classifica. Serena Williams, che sta recuperando da un infortunio a un tendine del ginocchio, è terza con 41,8 milioni di dollari, seguita da Novak Djokovic con 38 milioni di dollari. Nadal completa la top five con 27 milioni di dollari, nonostante un infortunio al piedi che lo terrà fuori dai giochi fino al 2022.

Complessivamente, i dieci tennisti più pagati al mondo hanno guadagnato 320 milioni di dollari negli ultimi 12 mesi, il 6% in meno rispetto ai 340 milioni di euro riportati lo scorso anno. Anche a causa del fatto che la pandemia ha annullato e cancellato diversi eventi che avrebbero potuto garantire premi in denaro e commissioni che spesso vengono garantite alle superstar che decidono di prendere parte a tornei minori. Bisogna comunque evidenziare che la flessione è stata compensate dai guadagni registrati fuori dal campo, dove i dieci gatleti hanno guadagnato 281 milioni di dollari, un aumento del 4% rispetto allo scorso anno nonostante i budget di diversi brand siano diminuiti a causa della crisi innescati dal Covid-19.

Questo fattore, quindi, è un lusso che non tutti nello sport possono permettersi. I tennisti, infatti, lavorano essenzialmente come liberi professionsti, senza uno stipendio – o una squadra o una lega – che li supporta nei momenti difficili. E il dolore per la cancellazione di diversi eventi negli ultimi negli ultimi 18 mesi va oltre il mancato premio in denaro. Con l’eccezione di alcune delle più grandi star, tra cui Roger Federer e Serena Williams, visto che alcuni accordi di sponsorizzazione in genere includono delle riduzioni economiche se gli atleti non soddisfano alcuni requisiti minimi di gioco.

Questa difficile realtà ha portato la United States Tennis Association a cambiare l’assegnazione del premio in denaro agli US Open di quest’anno per aiutare i giocatori di livello inferiore che sono più in difficoltà. Infatti, anche se il montepremi totale ha raggiunto la cifra record di 57,5 ​​milioni di dollari, il premio per il campione del torneo è stato ridotto a 2,5 milioni di dollari, il 17% in meno rispetto allo scorso anno e il 35% rispetto al 2019. Di contro, i giocatori che perdono al primo turno porteranno a casa 75mila dollari invece dei 61mila dell’anno scorso e quelli che che perdono al secondo turno conquisteranno 115mila dollari, 15mila dollari in più rispetto allo scorso anno.

Si tratta di un cambiamento che arriva in un momento importante di transizione per il tennis, visto che alcune delle sue stelle si stanno avvicinando a fine carriera. Se da una parte Novak Djokovic rimane ancora dominante, con tre titoli del Grande Slam vinti già nel 2021, il 40enne Federer ha giocato in soli cinque eventi da febbraio 2020 e ha recentemente dichiarato su Instagram che avrebbe bisogno di un intervento chirurgico e che potrebbe perdere “molti mesi”, aumentando quindi le voci che lo vorrebbero ormai fuori dai giochi.

Serena Williams compie 40 anni il mese prossimo e il 35enne Nadal ha preso parte a solamente 14 eventi negli ultimi due anni, meno di quelli che ha giocato nel solo 2019. L’Open di quest’anno è il primo evento del Grande Slam senza nessuno dei tre nel tabellone principale dal 1997, come ha osservato su Twitter l’esperto di tennis Ben Rothenberg .

Tuttavia, la competizione rimarrà accesa fuori dal campo, poiché diversi protagonisti del mondo del tennis si uniranno a personaggi del calibro di Andy Murray per creare il proprio business. Il 34enne Murray— un tempo considerato uno dei Big Four del tennis maschile, insieme a Djokovic, Federer e Nadal—ha trascorso gli ultimi anni a concludere diversi importanti accordi di investimento fuori dal campo, anche se gli infortuni l’hanno perseguitato.

La classifica dei 10 tennisti più pagati al mondo

1. ROGER FEDERER
Guadagni fuori dal campo: $90 milioni
Guadagni dal campo: $0,6 milioni
Guadagni totali: $90,6 milioni