Dal mito alla tecnologia: così Nuwa Technologies sta rivoluzionando il business della produzione musicale

I fondatori di Nuwa, Keivan Djafari Zad (cio), Stefano Andreani (ceo) e Christian Bertoia (cfo).
Share

Secondo la mitologia cinese, fu la Dea Nüwa a inventare la musica. E poi c’è la componente tecnologica, centrale nell’offerta di questa azienda. Mito e tecnologia, visione e innovazione. Questa è Nuwa Technologies, startup innovativa nel campo del music-tech che sviluppa soluzioni tecnologicamente avanzate per l’industria della musica.

Dopo un lungo periodo di studio dell’industria musicale, che negli ultimi anni sta crescendo a ritmi vertiginosi (Usa YoY +23% ricavi della musica registrata), con un focus sulle varie fasi necessarie per la produzione di brani, i tre fondatori – Stefano Andreani, Christian Bertoia e Keivan Djafari Zad – si sono resi conto che la produzione musicale stava tendendo verso una precisa direzione: la co-creazione a distanza. Sempre più produttori e musicisti, infatti, ormai lavorano in luoghi diversi, anche molto distanti tra loro e riscontrano dunque grosse difficoltà a trovarsi contemporaneamente nello stesso studio di registrazione. Da qui l’intuizione dei fondatori: creare l’hub di servizi Lindale, interamente dedicato ai music creator.

Una tecnologia rivoluzionaria

Nasce così il primo servizio, Tile, una piattaforma di collaborazione SaaS basata su cloud, tecnologia blockchain e intelligenza artificiale. Si tratta di uno strumento di versioning, con backup incrementale brevettato, che consente a team di artisti e produttori distribuiti di collaborare in tempo reale sullo stesso progetto musicale direttamente in cloud, facendo risparmiare più del 70% del tempo rispetto alle tecnologie esistenti. Questa tecnologia può essere applicata anche ad altri settori, come produzione video, editing di immagini e qualsiasi progetto digitale. Inoltre, la piattaforma è in grado di elaborare un report validato in blockchain che attesta la paternità dei contenuti di ciascun utente.

Nuwa ha sede nel Polo tecnologico Alto Adriatico Andrea Galvani di Pordenone ed anche presso Innovation Factory, l’incubatore di Area Science Park di Trieste. La società ha stretto una solida partnership con il team di Tempestive, azienda di Information Technology specializzata in sviluppo software, che ha contribuito alla realizzazione delle soluzioni innovative.

In questi anni sono stati molti i successi raggiunti dall’azienda, fra i quali la sponsorship BizSpark Plus ricevuta da Microsoft, i bandi Imprenderò 4.0 e Smart&Start Italia, la definizione di partnership strategiche, l’accelerazione in Music Innovation Hub ed ha fatto parte della prima delegazione italiana ufficiale al Ces di Las Vegas nel 2018.

Verso un round di investimento

Recentemente Nuwa ha vinto il prestigioso percorso di accelerazione Immediate, il primo acceleratore d’impresa verticale in Europa nei settori media e dell’entertainment, creato da Rs Productions in collaborazione con Intesa Sanpaolo Innovation Center, H-Farm e Rolling Stone come media partner. Alla società inoltre è stato assegnato da Rds (Radio Dimensione Suono), il premio Miglior comunicazione ed efficacia del pitch in occasione della Startup Marathon, rassegna delle migliori Startup/Pmi innovative con elevato potenziale.

Nuwa si sta focalizzando su diverse aree di sviluppo tecnologico, accordi commerciali ed un robusto piano di marketing. L’investimento apportato fino ad oggi ha permesso la realizzazione della soluzione tecnologica brevettata e la predisposizione di tutti gli asset necessari al go-to-market. Attualmente l’azienda sta per aprire un round di investimento che permetterà un rapido lancio sul mercato per poi scalare velocemente a livello mondiale.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it Iscriviti