Würth Italia sceglie Vedrai per prevedere disponibilità e prezzi delle materie prime

Wurth Italia e Vedrai
Roberto Dalsasso, responsabile processi e supporti Würth Italia.
Share

VEDRAI – BRANDVOICE | Paid program

L’alta fluttuazione di costi e disponibilità delle materie prime rende sempre più complesso il lavoro dell’ufficio acquisti. Per monitorare e prevedere l’andamento dei prezzi delle materie prime ed elaborare strategie di approvvigionamento più efficaci, Würth Italia, multinazionale che distribuisce prodotti e sistemi per il fissaggio e montaggio, ha scelto l’Intelligenza Artificiale di Vedrai, società che sviluppa soluzioni basate su Intelligenza Artificiale a supporto delle decisioni di imprenditori e manager.

Gli agenti virtuali di Vedrai, infatti, sono in grado di analizzare milioni di dati interni e variabili esterne per calcolare l’impatto futuro di ogni decisione aziendale. Fra gli agenti virtuali disponibili, Wurth Italia ha scelto di utilizzare Becky, che fornisce previsioni sulle disponibilità, i costi e i risultati futuri delle materie prime attraverso il monitoraggio delle notizie macroeconomiche e dei mercati e la verifica di tutti i principali indicatori (Stocastico, MACD, RSI), permettendo all’azienda di ottimizzare la gestione dei costi.

 Becky sarà quindi di supporto all’ufficio acquisti di Würth Italia, che serve i settori automotive, artigianato, edilizia e industria attraverso 3 centri logistici e una rete retail di 200 store in tutta Italia, per decidere quali prodotti acquistare rispetto alla disponibilità delle principali materie prime di interesse. In particolare l’azienda ha scelto di monitorare cinque materie prime che compongono il suo parco prodotti per conoscerne l’andamento sul mercato. Una di queste è la carta: Becky analizzerà l’andamento della cellulosa dando input all’ufficio acquisti su quanti rotoli comprare e quando approvvigionarsi. Le previsioni fornite dall’agente virtuale sono costanti: ogni settimana, infatti, Becky fornisce dati relativi ai tre mesi successivi. Ma la collaborazione tra Vedrai e Würth Italia ha anche prospettive future: prossimamente sarà possibile estendere l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale anche ad altri obiettivi, come il cambio valuta, la valutazione dei costi energia e dei trasporti.

 “Negli ultimi 18 mesi si è assistito a un notevole aumento dei prezzi delle materie prime nel nostro settore e il trend sembra ancora in crescita. Inoltre, la reperibilità dei materiali continua a essere critica per diverse ragioni” commenta Roberto Dalsasso, responsabile processi e supporti Würth Italia. “Dalla collaborazione con Vedrai, grazie al supporto dell’Intelligenza Artificiale, ci aspettiamo di guadagnare efficienza negli acquisti, aumentando il grado di servizio e la competitività dei costi, a vantaggio della nostra clientela”.

 “La collaborazione con Würth dimostra che anche le grandi aziende, e non solo le PMI, possono trarre evidenti benefici dall’Intelligenza Artificiale di Vedrai”, dichiara Renato De Marco, Presales Manager di Vedrai SpA. “Infatti i nostri agenti virtuali, proprio perchè sviluppati pensando alle piccole e medie imprese, sono semplici e facilmente applicabili anche nei processi decisionali di realtà più grandi come Würth, che hanno bisogno di ottenere risposte rapidamente per elaborare strategie subito applicabili nei processi aziendali”.

LEGGI ANCHE: “Vedrai porta in Spagna l’intelligenza artificiale per le Pmi: così inizia la sua internazionalizzazione”

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.