KFC continua a investire in Italia: aperte 256 nuove posizioni lavorative

kfc
courtesy KFC
Share

KFC, acronimo di Kentucky Fried Chicken, il colosso del pollo fritto presente in 145 paesi nel mondo, scommette ancora sull’Italia. E lo fa aprendo 256 nuove posizioni lavorative in 45 dei suoi 63 ristoranti (dislocati da Nord a Sud e gestiti in franchising) e anche in quelle che saranno le prossime aperture.

Forte della sua presenza in 14 regioni italiane, il sistema KFC continua così a creare occupazione sul territorio e in particolare tra i giovani. A partire dal 2014, anno in cui il marchio è arrivato in Italia, sono oltre 1400 i posti di lavoro creati da KFC nel nostro paese, con una presenza femminile pari al 52%.

Le nuove assunzioni di KFC

Ad oggi, le 256 posizioni (110 al Nord, 39 al Centro e 107 al Sud) a tempo pieno o part-time sono così distribuite:

  • 175 Team Member: si occupa invece della vendita e del contatto con il pubblico
  • 69 Team Member Cook: incaricato di cucinare i prodotti KFC secondo gli standard qualitativi aziendali e secondo le procedure operative approvate;
  • 6 Team Leader: si occupano della gestione del team, coordinati dai Restaurant Manager e dagli Assistant Restaurant Manager.
  • 5 Assistant Restaurant General Manager e un Restaurant General Manager.

In cifre

In Italia, KFC ha servito più di 10 milioni di clienti nel 2021, per un giro d’affari annuo complessivo di circa 65 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: “Anche il pollo fritto di Kfc diventa vegetariano con Beyond Meat”

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.