Ftx è in crisi di liquidità ma il fondatore miliardario Sam Bankman-Fried ha speso 39,9 milioni di dollari per le Midterm

FTX-criptovalute
Sam Bankman-Fried, fondatore di Ftx
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Il miliardario legato al mondo delle criptovalute Sam Bankman-Fried ha fatto irruzione sulla scena delle donazioni politiche in questo ciclo elettorale, diventando il secondo più grande donatore miliardario per le cause democratiche. Complessivamente ha donato 39,9 milioni di dollari, di cui 35 milioni a tre diversi comitati di azione politica. Due dei suoi collaboratori di Ftx, il suo exchange di criptovalute, hanno donato altri 29 milioni di dollari. Ma, dopo il tweet del miliardario legato alle criptovalute, Changpeng Zhao (detto CZ), fondatore e ceo di Binance,  queste donazioni non appaiono più molto sensate.

“Questo pomeriggio Ftx ha chiesto il nostro aiuto”, ha twittato CZ, che secondo Forbes ha un patrimonio di 17,4 miliardi di dollari. “C’è una significativa carenza di liquidità. Per proteggere gli utenti, abbiamo firmato una lettera di intenti non vincolante, con l’intenzione di acquisire completamente Ftx e contribuire a coprire la carenza di liquidità.”

Il valore del patrimonio di Bankman-Fried

Bankman-Fried e l’exchange di criptovalute, che rappresenta l’entrata principale del suo patrimonio stimato in 16,7 miliardi di dollari, sembrano avere un disperato bisogno di denaro. I 176 milioni di monete Ftx detenuti da Bankman-Fried attraverso la partecipazione nella sua società di trading Alameda Research, che lunedì valevano 3,9 miliardi di dollari, martedì pomeriggio avevano perso quasi l’80% del loro valore, riducendo di quasi 3,1 miliardi di dollari il patrimonio netto di Bankman-Fried.

Il magnate delle criptovalute ha accettato di vendere Ftx alla rivale Binance martedì mattina, attribuendo l’acquisizione alla “carenza di liquidità” di Ftx. Le notizie sulla crisi di liquidità di Ftx circolano dalla scorsa settimana, quando CoinDesk ha riferito della precaria posizione del bilancio della società sorella di Ftx, Alameda Research.

Bankman-Fried, dopo aver twittato “Abbiamo raggiunto un accordo con Binance su una transazione strategica per Ftx.com”, non ha risposto alla richiesta di commento di Forbes).

Non solo donazioni ai Democratici

I 69 milioni di dollari spesi da Bankman-Fried e dai suoi collaboratori per le elezioni di metà mandato del 2022 probabilmente avrebbero fatto poco per tappare il buco finanziario di FTX, ma non avrebbero comunque fatto male. Il mese scorso Bankman-Fried ha dichiarato a Forbes che “alla fine, mi interessano di più le azioni per migliorare le condizioni della collettività che la politica”, aggiungendo che “le donazioni sono state bipartisan e il mio obiettivo è quello di contribuire a sostenere i grandi politici”.

Bankman-Fried in questa occasione ha sostenuto i repubblicani, principalmente attraverso il suo contributo di 2 milioni di dollari al super Pac Gmi, incentrato su blockchain e criptovalute. Ma la maggior parte delle sue donazioni, tra cui 27 milioni di dollari al super Pac Protect Our Future e 6 milioni di dollari al super Pac House Majority, sono andate a sostegno dei democratici. Il mese scorso Bankman-Fried ha dichiarato a Forbes che “la maggior parte di queste donazioni era destinata alle primarie, e non alle elezioni politiche che vedevano contro Democratici e Repubblicani” (33 milioni di dollari dei suoi contributi sono stati versati nei primi quattro mesi del 2022).

Le donazioni degli altri dirigenti di Ftx

Ryan Salame, co-ceo della filiale Digital Markets di Ftx, ha speso 21,4 milioni di dollari per le elezioni di metà novembre, di cui 15 milioni per finanziare il suo super Pac American Dream Federal Action. A settembre, Salame ha dichiarato al Washington Examiner che il suo Pac si sarebbe concentrato sulla prevenzione di future pandemie ed epidemie virali, anche se i suoi 11 milioni di dollari di spese indipendenti finora sono andati esclusivamente a sostegno di 14 repubblicani. Un altro collaboratore di Bankman-Fried, il direttore tecnico di Ftx Nishad Singh, ha speso 7,4 milioni di dollari in questo ciclo, la maggior parte dei quali è andata a sostegno dei democratici, compresi circa 2 milioni di dollari a testa per un paio di super Pac di sinistra: Women Vote! e SMP (Senate Majority Party).

Gran parte di questo denaro è andato a sostenere candidati favorevoli a Ftx e all’industria delle criptovalute in generale. Ma questo non servirà a molto se la società cesserà di esistere (almeno nella sua forma attuale).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.