Digitalizzare e innovare il mondo dei servizi alle Imprese: il caso Ufficio Camerale

ufficio camerale
Share

La digitalizzazione aziendale è un tema quanto mai attuale. Scegliere di rendere più smart i flussi di lavoro è un’operazione che sta portando grandi risultati alle imprese italiane: ne è un esempio concreto UfficioCamerale.it, uno dei primi portali di visure e servizi alle imprese. Nato ormai oltre 10 anni fa, ha superato da qualche giorno le 900mila vendite

In un settore altamente competitivo come quello dei servizi alle imprese, in particolare delle visure, firme digitali e marche temporali, Ufficio Camerale si è saputo innovare e distinguere dai competitor grazie alla focalizzazione sui clienti e all’ottimizzazione dei processi di richiesta e di acquisto. 

Oltre 130 servizi e prodotti per professionisti, imprese e privati

UfficioCamerale.it è attualmente utilizzato da professionisti come avvocati, commercialisti, che sfruttano la semplicità dell’area privata ma anche da privati ed imprese per singoli acquisti. 

Sul portale sono disponibili oltre 130 servizi e prodotti: tutte le visure, i bilanci e i certificati camerali, i prodotti associati all’Agenda Digitale come pec, firme digitali, software fatturazione elettronica e rintracci e relazioni investigative. Il 75% dei servizi vengono erogati in tempo reale. Tutti quelli a scadenza prevedono remind via email, PEC e SMS per evitare ai clienti la disattivazione di strumenti preziosi per la loro attività quotidiana come la firma digitale o la posta elettronica certificata.

Molte imprese hanno deciso direttamente di integrare i servizi disponibili anche tramite API ed accedere ad un database con dati provenienti da fonti ufficiali (come la Camera di Commercio) e costantemente aggiornati, di oltre 14 mln di aziende.

Innovare prima di tutto: dalla ricerca semplificata al checkout rapido

 La sfida di Ufficio Camerale è stata portare innovazione all’interno di un settore tradizionale. Il primo obiettivo che ci si è posti è stato quello semplificare la procedura di richiesta dei documenti e dei prodotti

Troppi operatori del settore posticipavano la compilazione dei dati per le richieste di visure a dopo l’acquisto o non facevano alcun controllo di inserimento, ritardando così l’erogazione dei documenti o accogliendo richieste che non potevano restituire risultati. 

In Ufficio Camerale la procedura per l’ottenimento delle informazioni è stata resa più immediata al fine di eliminare questi problemi. Gli utenti, inserendo la Partita iva o la denominazione nel form, hanno un riscontro immediato dei dati principali dell’azienda e possono procedere al completamento della richiesta con dati certi. 

Non è stata l’unica semplificazione prevista per il portale Ufficio Camerale. In fase di acquisto, infatti, si è cercato di ottimizzare i tempi di compilazione e di eliminare i problemi di fatturazione grazie all’autocomplete. Nel form le aziende dopo l’inserimento della partita iva trovano compilati tutti i dati, incluso il codice di fatturazione. Per i privati invece con l’inserimento del cap vengono autocompilati i campi “città” e “nazioni”.

Servizi Gratuiti per tutti: dal report aziendale agli indirizzi pec delle aziende

Ufficio Camerale è utilizzato quotidianamente da oltre ventimila utenti non solo per l’acquisto dei prodotti ma anche per i servizi gratuiti che mette a disposizione a tutti.

Nella sezione dedicata dei servizi gratuiti è possibile ad esempio ottenere un report gratuito su qualsiasi azienda italiana con informazioni come fatturato, utili, dipendenti, capitale sociale.

Altri due strumenti che spesso vengono utilizzati dagli utenti di Ufficio Camerale sono il Cerca pec e il codice destinatario. Con il semplice inserimento della Partita iva di un’impresa italiana è possibile ottenere la PEC a cui inviare comunicazioni legali o il codice univoca per la fatturazione elettronica.

Con uno sguardo al futuro: domicilio digitale

Ufficio Camerale è sempre pronto ad estendere la propria offerta di prodotti e rispondere alle nuove esigenze dei clienti. Da pochi mesi è nata la nuova pec @domiciliodigitale.com, la posta elettronica certificata già pensata per il domicilio digitale dei cittadini.

In questo modo ogni utente potrà gestire in tempo reale ed in sicurezza le comunicazioni ufficiali con la pubblica amministrazione e tutti i messaggi con valore legale come disdette, iscrizioni a concorsi pubblici, documenti lavorativi e comunicazioni condominiali. Il tutto direttamente online e senza dover uscire di casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.