Il nuovo concept di servizi per l’ospitalità firmato dalla food company della cioccolateria T’a Milano

T’a Milano
Share

Articolo tratto dal numero di dicembre 2022 di Forbes Italia. Abbonati!

Tancredi e Alberto Alemagna, pronipoti di Gioacchino Alemagna, hanno fondato nel 2008 il progetto T’a Milano, una food company all’avanguardia e attiva nell’ambito della cioccolateria di qualità, del catering e del banqueting su misura, ora protagonista anche di un inedito concept di servizi per l’ospitalità: T’a Milano Cucina per la Ristorazione. Una storia di passione e dedizione per il mondo del cibo che viaggia tra i ricordi e il futuro di una Milano romantica e vivace.

    Alberto Alemagna
    Tancredi Alemagna

Un cioccolato alla moda

Il cioccolato – considerato da sempre il cibo degli dei – ispira ogni giorno migliaia di giovani artisti, imprenditori ed esperti di design nella realizzazione di opere artistiche o luoghi di produzione d’eccellenza. Forse perché il suo colore, così intenso e scuro, e il profumo inconfondibile – caratteristiche rintracciabili in molteplici alimenti similari, come il tartufo nero, il caffè o il caviale – creano attorno a esso un’aura di mistero e di unicità.

È su queste premesse che Gioacchino Alemagna ha aperto nel 1921, nel centro storico di Milano, la sua prima pasticceria, in cui era abitudine recarsi dopo una lunga passeggiata per un piccolo peccato di gola. Un tripudio di piccole tentazioni realizzate con il massimo delle materie prime disponibili a quell’epoca. Ma con l’idea di rinnovare in termini di ricerca, di lavorazioni e di gusto la tradizione familiare dell’alta pasticceria italiana, i giovani Alemagna fondano T’a Milano, di cui la sigla T’a indica le iniziali dei fondatori e la parola Milano ribadisce lo storico legame con la metropoli. T’a Milano rappresenta un nuovo modo di intendere il cioccolato artigianale, con proposte uniche ed eleganti, realizzate con ingredienti di altissima qualità.

La ricerca sul gusto si intreccia con la creatività per offrire inedite e coinvolgenti modalità di fruizione, favorendo la nascita di una nuova voglia di ricevere, di sorprendere e di regalare momenti felici. Il cioccolato firmato T’a Milano è anche sinonimo di contemporaneità e moda. Un prodotto che esplora i trend del momento e li reinterpreta in una chiave chic e accattivante. Portando, così, lo stile creativo di T’a Milano anche nell’ambito del lusso e del design, per cui l’azienda realizza scatole brandizzate, e in quello dell’hôtellerie.

Le scatole T’a Milano sono, poi, studiate e realizzate per coinvolgere e stupire con sorprese nascoste, soluzioni curiose e accorgimenti che consentono un doppio utilizzo. E in questi 12 anni non sono mancati, infatti, numerosi riconoscimenti per l’originalità delle scatole e per la qualità del prodotto, in occasione degli International Chocolate Awards e dei premi Tavoletta d’Oro. Coniugando desiderio, emozione e sensualità, T’a Milano ricerca risultati innovativi e a volte divertenti. Nel 2016 nasce, infatti, il marchio Cioccolato Gourmet, con cui Tancredi e Alberto puntano a un cioccolato goloso e irriverente. Dai Ciocolips, cioccolatini a forma di labbra in differenti versioni, ai Ciocosushi, praline artigianali dalle note orientali che ricordano i maki giapponesi.

T’a Milano
T’a Milano

Accanto al cuore della ristorazione italiana

Grazie a un modello di business dinamico e scalabile, Tancredi e Alberto hanno lanciato T’a Milano Cucina per la Ristorazione: mettendo a disposizione di ristoranti e chef, hotel e bistrot le proprie competenze e strumentazioni per fornire gli ingredienti, già trasformati, necessari a comporre ricercati piatti di qualità. Il progetto offre menù completi che includono ricette di pasta, risotti, vellutate, carne, pesce, secondi veg e contorni, sughi, salse e condimenti, dessert, piccola pasticceria, torte da forno e gelati, per un totale di circa 1,5 milioni di portate annue servite nei migliori ristoranti, bistrot e hotel.

Il tutto reinterpretando la tradizione gastronomica mediterranea. Tutto viene preparato con materie prime d’eccellenza e di stagione selezionate da un team di nutrizionisti ed esperti della qualità nelle unità produttive di Parabiago e Cerro Maggiore. Artigianalità e tecnologia si incontrano grazie a competenze di altissimo livello e macchinari che consentono lavorazioni innovative dando vita a un laboratorio di ricerca, in cui vengono sperimentate cotture, fermentazioni, lievitazioni e trasformazioni. T’a Milano Cucina per la Ristorazione consente, dunque, ai professionisti dell’ospitalità di sostituire il tradizionale modello di gestione della cucina on premise con la flessibilità dell’impostazione on demand. Q

uesto modello di business trasforma i costi fissi di gestione in costi variabili, con una netta riduzione delle ore del personale, delle attività di pulizie, del consumo di energia elettrica e degli interventi di manutenzione. Inoltre, il servizio consente di offrire una ristorazione continuativa, una disponibilità immediata del prodotto e un abbattimento degli scarti, un’ottimizzazione degli spazi di produzione a vantaggio di quelli di somministrazione e consumo. T’a Milano si fa portavoce, quindi, di qualità come freschezza, gusto e innovazione. Creando un ambiente in cui consistenze e caratteristiche organolettiche del cibo sono accompagnate dalla predisposizione a un lavoro di squadra fortemente motivato e al desiderio di spingersi sempre oltre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.