Corvette E-Ray AWD Hybrid, la sportiva ibrida americana da 655 cavalli

Share

Si chiama Chevrolet Corvette E-Ray AWD Hybrid, la prima versione ibrida della popolare supercar americana. La Chevrolet, dopo il passaggio al motore centrale, compie un altro passo nel futuro, che nei prossimi anni la porterà a presentare un modello completamente elettrico.

Ma la Chevrolet Corvette E-Ray AWD Hybrid è un gustoso antipasto del presente e, in parte, del futuro della compagnia a stelle e strisce. Disponibile sia coupé che cabrio, arriverà in America nei prossimi mesi con un prezzo di listino che parte da 104.295 dollari, corrispondenti a circa 96.000 euro.

Basata sull’ottava generazione della Corvette, può contare su un powertrain con complessivi 655 Cv, che è composto da un motore termico e da un’unità elettrica. La componente endotermica è costituita dal V8 LT2 di 6,2 litri che invia 495 CV e 637 Nm di coppia all’asse posteriore, mentre l’unità elettrica da 160 Cv e 170 Nm di coppia muove le ruote anteriori ed è alimentato da una batteria da 1,9 kWh posta sotto il tunnel centrale. La trazione è integrale e il cambio è automatico a otto rapporti.

Si tratta quindi di un powertrain ibrido di tipo “full”, dove la piccola batteria, non ricaricabile all’esterno, è in grado di muovere la vettura in partenza e solo per pochi metri. La presenza dell’accumulatore fa salire il peso dell’auto, che passa dai 1.561 kg della Z06 ai 1.712 kg della Corvette E-Ray AWD Hybrid. Nonostante ciò, le prestazioni sono da supercar di razza, con uno scatto da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi.

L’estetica della Chevrolet Corvette E-Ray AWD Hybrid

L’estetica della Chevrolet Corvette E-Ray AWD Hybrid ha molti elementi in comune con la Z06. La carreggiata è stata allargata di 91 mm e le prese d’aria posizionate nella zona posteriore sono più larghe e sottili. Attinge invece a piene mani dalla Stingray la configurazione con quattro terminali di scarico al posteriore. Phil Zak, direttore esecutivo del design di Global Chevrolet, ha utilizzato queste parole per definire il design dell’auto: “Non c’è mai stata una Corvette come la E-Ray e il suo design sofisticato lo riflette. A cominciare dalle finiture in tinta con la carrozzeria, che attirano l’attenzione sulle proporzioni esotiche della E-Ray. Gli interni consentono ai clienti di riflettere la loro personalità individuale scegliendo tra i colori che conferiscono un aspetto raffinato o dinamico e sportivo”. 

Mark Reuss, presidente di General Motors, ha così commentato l’avvento della Corvette E-Ray AWD Hybrid: “Nel 1953, l’entusiastica reazione al concept della Chevrolet Corvette diede il via a sette decenni di passione, prestazioni e ingegno americano. E-Ray, la prima Corvette elettrificata e a trazione integrale, fa un ulteriore passo avanti e amplia la promessa di ciò che Corvette può offrire”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.