Intelligenza artificiale e robotica: due temi al centro di “Pavia Capitale della Cultura d’Impresa”

(Getty Images)
Share

BRANDVOICE / Paid Program

La rivoluzione robotica e digitale in atto sta trasformando il nostro modo di vivere, lavorare e interagire con il mondo che ci circonda. Questa rivoluzione, con il suo immenso potenziale, sta plasmando velocemente molti aspetti della nostra società e cambiando per sempre intere filiere produttive.

È anche di queste prospettive e delle loro ricadute sulla società del prossimo futuro che si parlerà il 20 settembre al Collegio Ghislieri di Pavia, dove, nell’ambito del progetto “Pavia Capitale della Cultura d’Impresa”, avrà luogo l’AI & Robotics Conference 2023. L’evento, organizzato da Assolombarda insieme a SEA Vision e RTA Robotics, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Pavia e la partnership scientifica dell’Istituto Italiano di tecnologia di Genova, rappresenterà un momento cruciale di riflessione e divulgazione su due ambiti tecnologici di grande attualità: l’Intelligenza Artificiale e la robotica. Fino ad oggi queste due declinazioni del moderno sviluppo tecnologico si sono perlopiù evolute lungo percorsi paralleli, ma la loro sinergia sta diventando sempre più stretta. L’incrocio di AI e robotica sta contribuendo e contribuirà a rivoluzionare i paradigmi alla base di numerosi settori economici.

Il parterre di ospiti, dal vicepresidente di Confindustria con delega a Filiere e Medie Imprese Maurizio Marchesini all’astronauta ESA Maurizio Cheli, è di altissimo livello e sarà moderato dal giornalista del Corriere della Sera Massimo Sideri, grande esperto di innovazione e tecnologia.

I temi del convegno

La conferenza sarà anche l’occasione per fare il punto sugli aspetti etici del ricorso ad AI e robotica e sulle sue conseguenze. Negli ultimi anni l’AI ha segnato progressi significativi ed è sempre più utilizzata in una vasta gamma di applicazioni, tra cui la guida autonoma, il riconoscimento facciale, la diagnosi medica e il supporto decisionale. Tuttavia, con il crescente impiego dell’AI, sorgono di pari passo preoccupazioni di natura etica: sicurezza, responsabilità, trasparenza, bias culturali, privacy e impatto sul lavoro sono solo alcuni dei principali temi in gioco. L’automazione alimentata dall’AI può potenzialmente rendere obsoleti interi settori industriali in pochi anni, con ovvie implicazioni sociali ed economiche. Per affrontare queste questioni etiche è fondamentale un coinvolgimento attivo delle comunità scientifiche, dei governi, del tessuto produttivo e della società civile. Si stanno sviluppando norme, linee guida e regolamenti per garantire che l’AI sia sviluppata e utilizzata in modo etico e responsabile.

“Perchè negarci il progresso?”

“Credo che possa essere un buon esercizio analizzare con cognizione di causa i vantaggi che robotica e Intelligenza Artificiale apporteranno alle aziende”, spiega Maurizio Marchesini, vicepresidente di Confindustria e presidente di Marchesini Group. “In azienda, ad esempio, noi ricorriamo agli algoritmi dell’AI sia per la manutenzione predittiva delle nostre macchine che per migliorare i sistemi di visione e ispezione utilizzati durante i cicli di confezionamento dei prodotti farmaceutici e cosmetici, oltreché per rendere più intelligente la robotica necessaria a movimentare i prodotti sulle nostre linee. Se i risultati – che noi stiamo già apprezzando – saranno nell’ottica di migliorare la qualità della produzione e liberare gli esseri umani da incarichi ripetitivi a favore di lavori, appunto, più umani, perché negarci questo progresso? Beninteso, ovviamente, che ogni progresso necessita comunque di pesi e contrappesi da parte di politica e società per non deragliare in un parossismo fine a se stesso”.

“AI per migliorare efficienza e competitività”

“L’Intelligenza Artificiale e la robotica costituiscono temi centrali per Assolombarda poiché le imprese del nostro territorio sono oggi impegnate a realizzare progetti di trasformazione digitale, volti a incrementare la propria efficienza e competitività” ha dichiarato il vicepresidente di Assolombarda e ad di IBM Italia, Stefano Rebattoni. “Per risultare più efficaci nelle loro attività, le aziende sono chiamate ad accelerare la loro transizione digitale attraverso soluzioni tecnologiche innovative unitamente alla valorizzazione e all’aggiornamento delle competenze dei propri professionisti. A tal proposito, l’Associazione è impegnata a promuovere cultura e indirizzo sul tema, anche con momenti di confronto dedicati come la prossima AI & Robotics Conference 2023, prevista a Pavia il 20 settembre all’interno del programma di ‘Pavia Capitale della Cultura d’Impresa’”.

“Fenomeni da gestire attivamente”

Secondo Tommaso Rossini, ad di RTA Robotics e vicepresidente del Gruppo Meccatronici di Assolombarda “robotica e Intelligenza Artificiale sono già oggi nelle imprese e ci saranno sempre di più. Il tema è capire ‘come’, e con che regole, che approccio, che visione di lungo periodo. Sono fenomeni che occorre gestire attivamente, non subire, studiandoli in profondità e facendo in modo che mondo del lavoro, accademia e società civile li comprendano appieno, prima di decidere come operare. Da qui l’idea di una giornata-convegno che portasse testimonianze di illustri ospiti e che si rivolgesse anche, se non soprattutto, ai giovani, grazie al Laboratorio di robotica per bambini e alla forte interazione con studenti di Liceo, Istituto Tecnico, Università e ITS”.

“SEA protagonista dell’innovazione italiana nel mondo”

“Da oltre 25 anni SEA Vision sviluppa soluzioni innovative facendo della ricerca e sviluppo di frontiera una best practice quotidiana”, spiega Michele Cei, ad di SEA Vision. “Negli ultimi anni il Gruppo si è fortemente verticalizzato sull’Intelligenza Artificiale, per offrire soluzioni di Computer Vision all’avanguardia ai nostri clienti del settore farmaceutico. Con un fatturato di oltre 50 milioni e 9.000 sistemi installati, SEA Vision è oggi protagonista dell’innovazione Made in Italy in tutto il mondo. Fiore all’occhiello di questo processo di evoluzione continua è stata l’acquisizione di ARGO Vision, società dedicata alla progettazione di soluzioni industriali tramite Intelligenza Artificiale; il mix di competenze tra SEA Vision ed ARGO Vision crea un nuovo terreno fertile per l’innovazione all’interno del Gruppo. Non a caso il coordinamento scientifico di questo evento è affidato ad Alessandro Ferrari, cofondatore di ARGO Vision”.

Attività per i più piccoli

L’agenda dell’AI & Robotics Conference 2023, divisa tra speech, talk tecnici e panel di discussione, sarà modulata in due sessioni e vedrà interventi dedicati al mondo industriale, a quello delle istituzioni, delle associazioni e del mondo accademico. Un momento importante sarà il Laboratorio di robotica organizzato da OFpassioON, startup di robotica educativa creata da Valeria Cagnina e Francesco Baldassarre. Il laboratorio, pensato per bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni, permetterà ai giovani partecipanti di vivere l’esperienza di progettare e costruire un robot personalizzato e funzionante.

Durante tutta la durata dell’evento avranno luogo demo interattive con dimostrazioni dal vivo di soluzioni per robotica e AI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.