Food & Drink

5 indirizzi dove mangiare e bere al meglio a Yas Island, l’isola artificiale di Abu Dhabi

Immaginate di avere una tela bianca, e tutti i colori del mondo a disposizione per riempirla. Così si deve esser sentito Hermann Tilke, celebre architetto tedesco, quando gli hanno chiesto di sviluppare il circuito automobilistico destinato ad accogliere il Gran Premio di Formula 1 di Abu Dhabi.

Tela bianca in ogni senso, visto che il terreno su cui doveva sorgere l’opera fino a qualche anno prima non esisteva. Yas Island è una delle più grandi isole artificiali costruite ad Abu Dhabi, sorta dal mare nel 2006 grazie a un investimento di 40 miliardi di dollari effettuato dall’Aldar Properties, e oggi occupante un’area di 2.500 ettari. È famosa principalmente per due cose: il lusso e la velocità.

Partiamo dalla seconda, perché senza la pista probabilmente non saremmo qui a parlare di questa Montecarlo araba: il suo tracciato è unico al mondo e offre la possibilità di correre tanto di giorno quanto di notte, con le luci della città di Abu Dhabi che si riflettono sull’acqua.

Il Yas Marina Circuit è una delle opere d’arte architettoniche moderne nel mondo delle corse automobilistiche, e se dal 2009 è tappa fissa della Formula 1, dal 2014 il Gran Premio di Abu Dhabi si è addirittura guadagnato il ruolo di ultima gara della stagione come quella che si è disputata lo scorso weekend, che spesso determina il campione del mondo.

Lo sviluppo di Yas Island è innegabilmente legato al successo del Yas Marina Circuit. Yas Island è diventato un paradiso turistico con hotel di lusso, ristoranti gourmet, centri commerciali e attrazioni spettacolari. La presenza del circuito ha attirato un flusso costante di appassionati di motorsport e turisti di lusso, trasformando l’isola in una destinazione di classe mondiale.

Basti pensare che alcuni bar o ristoranti affacciati su strada arrivano a far pagare il tavolo decine di migliaia di dollari (consumazioni escluse) durante i giorni del Gran Prix. Questi locali d’eccellenza meritano di essere scoperti però non solo durante le corse, ma tutto l’anno.

Ecco 5 indirizzi da provare nei dintorni della pista, che voi siate amanti della velocità o semplicemente vi troviate qualche giorno nella capitale degli Emirati e vogliate mangiare e bere al meglio.

Bushra 

    Bushra
    Bushra

Partiamo con un ristorante perfetto per chi, visto il contesto geografico, vuol scoprire di più sulla tradizione gastronomica araba. Situato lungo la suggestiva Yas Bay Waterfront ha anche un bellissimo dehor da godere durante la stagione fredda (in estate è impossibile stare all’aperto, viste le altissime temperature).

All’interno, l’attenzione per l’arredamento è evidente, con una palette di colori che spazia dai toni terrosi a blu profondi, arricchita da accenti dorati che conferiscono un tocco regale all’atmosfera. La cucina è un exploit a tutto tondo dell’arte della tavola araba, tra muhammara, hummus, batata harra, pollo majboos, cous cous e molto altro.

Da provare anche l’offerta cocktail, recentemente reinventata grazie alla consulenza del celebre bar tender internazionale Gegam Kazarian, e che ora esplora il mondo delle spezie in miscelazione. Dallo zenzero al cumino, ogni sorso unisce Oriente e Occidente in un bicchiere.

Café del Mar 

    Cafè del Mar
    Cafè del Mar
    Cafè del Mar

Il locale è famoso in città per il suo brunch che si tiene ogni weekend dalle 13 alle 16, con buffet illimitato all’aperto e con una stazione barbecue che propone specialità grigliate, di carne e di pesce. Il tutto intorno di una delle piscine più spettacolari di Yas.

Ma qui si viene per godere della movida e per divertirsi, oltre che per mangiare. Tra  DJ, performance dal vivo di percussionisti, ballerini e molto altro, questo è senza dubbio un punto di ritrovo per i giovani expat e per i turisti che vogliono scoprire l’anima contemporanea della città.

Zeera 

    Zeera
    Zeera

Situato proprio accanto a Bushra, Zeera è stato recentemente insignito del titolo di miglior ristorante indiano ad Abu Dhabi. Il menu propone piatti provenienti dalle diverse regioni del subcontinente, con proposte che si allontanano da quelle stereotipate qui in Europa: dalla capesante alla piastra alle polpette di barbabietola, passando per una varietà di chaat e zuppe, il menu offre offre ovviamente anche moltissima scelta per vegani e vegetariani.

Tra i piatti principali, spiccano il pollo tikka masala, l’aragosta malai, il pindi chana, il paneer palak e una selezione di biryani e tandoor. Per un’esperienza ancora più raffinata, potete optare per i menu degustazione, che spaziano tra proposte tradizionali e contemporanee.

Pacifico TIKI Dining & Lounge

    Pacifico TIKI Dining & Lounge
    Pacifico TIKI Dining & Lounge
    Pacifico TIKI Dining & Lounge

Ci spostiamo sull’altra sponda del canale, a pochi minuti di barca in fronte a Yas Island, ad Al Bandar Marina. Qui si trova il Pacifico TIKI. Questo locale sul lungomare offre una vista panoramica unica sulla Etihad Arena.Come si evince dal nome, l’offerta è incentrata sui cocktail Tiki, e l’arredamento mette subito in chiaro la cosa tra la vegetazione lussureggiante, statue intagliate a mano di icone polinesiane e manufatti tradizionali della cultura delle isole tropicali.

Il menu propone piatti ispirati alle isole del Pacifico, mentre i cocktail (anche qui grazie alla consulenza di Kazarian) sono molto equilibrati e gradevoli, senza scivolare nelle note troppo dolci che spesso contraddistinguono il settore della miscelazione. Senza dubbio, la location perfetta per un cocktail al tramonto.

Siddharta Lounge by Buddha-Bar

    Siddharta Lounge by Buddha-Bar
    Siddharta Lounge by Buddha-Bar

Se Pacifico TIKI Dining & Lounge è perfetto per il tramonto, Siddharta Lounge by Buddha-Bar è il locale per chi vuole godersi la notte. Questo esclusivo club collocato su una terrazza panoramica con vista a 360 gradi su Yas Island è divertente, spensierato e al tempo stesso raffinato.

Si evince questa doppia anima già dalla proposta cocktail, che senza appesantire riesce a sorprendere (marchio di fabbrica ormai di tutto il gruppo Buddha-Bar, grazie al coordinamento degli outlet dell’italiano Francesco Galdi).

Venite qui per godervi la musica, guardando i grattaceli illuminati specchiarsi sulle acque, oppure soltanto per festeggiare il vincitore del gran premio con gli amici, aspettando che la magia di Yas Island si ripeta giorno dopo giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .