Intelligenza artificiale IA
Tecnologia

Samsung integra l’intelligenza artificiale alla tecnologia mobile con Galaxy AI

Prima ha democratizzato l’accesso a internet, poi ha reso le fotocamere uno strumento a cui non possiamo rinunciare e oggi vuole migliorare la vita quotidiana grazie all’intelligenza artificiale. Samsung non si ferma e vuole che i vantaggi offerti dall’IA possano raggiungere la tecnologia mobile.

Nelle scorse settimane Samsung ha annunciato Gauss, il modello di IA generativa sviluppato da Samsung Research. Composto da Samsung Gauss Language, Samsung Gauss Code e Samsung Gauss Image, prende il nome da Carl Friedrich Gauss, il matematico che ha stabilito la teoria della distribuzione normale, la spina dorsale dell’apprendimento automatico e dell’IA. L’obiettivo di Samsung? Attingere da tutti i fenomeni e le conoscenze del mondo per sfruttare la potenza dell’IA con lo scopo di migliorare la vita dei consumatori di tutto il mondo.

Per perseguire questo impegno Samsung vuole spingersi oltre e applicare l’intelligenza artificiale alla tecnologia mobile. Perché? La tecnologia mobile riesce a facilitare connessioni, a migliorare la produttività e a esaltare la creatività per le persone in tutto il mondo, ma finora non abbiamo ancora visto le potenzialità dell’IA applicate su mobile in modo significativo. Per cambiare questa tendenza, nelle scorse settimane Samsung ha presentato Galaxy AI, un’esperienza mobile alimentata sia dall’IA su dispositivo sviluppata da Samsung che dall’AI basata su cloud e abilitata dalle collaborazioni aperte da Samsung con aziende leader del settore. “Galaxy AI è l’offerta di intelligenza più completa, che cambierà per sempre il modo in cui pensiamo ai nostri smartphone”, ha spiegato Nicolò Bellorini, Vice President Head of Mobile eXperience Business di Samsung Italia. “Galaxy AI trasformerà l’esperienza mobile quotidiana e in parallelo permetterà di contare sulla sicurezza e sulla privacy di Galaxy”.

In che modo? Prima di tutto, Galaxy AI unirà i benefici dell’intelligenza artificiale alle chiamate vocali. AI Live Translate Call presto darà agli utenti con Galaxy AI un traduttore personale ogni volta che ne avranno bisogno. Dato che questa funzione è integrata all’interno della chiamata, non si dovranno più utilizzare app di terze parti. Le traduzioni audio e testuali appariranno in tempo reale mentre si parla e verrà rispettata la privacy con le conversazioni che resteranno sempre sul proprio dispositivo.

“Galaxy AI ci avvicinerà sempre di più a un mondo in cui alcuni dei più comuni ostacoli alla connessione sociale si dissolveranno e la comunicazione diventerà più facile e produttiva che mai. Questa è l’IA che cambia il mondo e la vita in meglio”, ha concluso Bellorini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .