Duca di Salaparuta

Share

Il territorio dell’Etna è caratterizzato da un numero elevato di piccole aziende agricole. In questo ambiente ricco di storia e di tradizione, Duca di Salaparuta ha scelto la Tenuta di Vajasindi, nel comune di Castiglione di Sicilia. I 21 ettari di terreno sono suddivisi in due terrazzamenti, il primo a 700 metri sul livello del mare mentre il secondo a 620. La natura del terreno è di origine vulcanica, qui la terra è di colore bruno scuro e si presenta soffice e porosa, per la presenza di una grande quantità di scheletro di pomice di piccole dimensioni con una capacità drenante elevata. Duca di Salaparuta ha iniziato ad allevare in questa tenuta un vitigno autoctono dell’Etna: il Nerello Mascalese, una varietà forte e potente coltivata in questi luoghi da tempo immemore. Ma ha anche preferito questo angolo di Sicilia per avviare un’innovativa sperimentazione allevando un vitigno alloctono dalla personalità unica, il Pinot nero. Dopo anni di lavoro è qui che nel 2020 nasce Duca Nero, il Pinot nero spumantizzato con metodo Charmat, che unisce l’eleganza e la freschezza al naso a un palato in cui spicca una mineralità unica nel suo genere.

CONTATTI

Via Nazionale SS 113 - Casteldaccia (PA) - Tel. 091.945201
www.duca.it

In primo piano

Il 2020 si apre con un nuovo importante ingresso nel team Duca di Salaparuta. Giacomo Tarquini il nuovo Global marketing director – wine division del gruppo Illva Saronno. A lui viene affidato lo sviluppo dei tre brand Corvo, Duca di Salaparuta e Florio, sia in Italia sia all’estero.

Il punto forte

Questa terra, particolare per composizione e ricca di microelementi, è ciò che dona sfumature inedite al Pinot nero, che qui si trova a proprio agio grazie all’altitudine e al clima freddo e secco, con un vino dal carattere moderno e originale.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo