Gianni & Origoni

Italian Law Firm
Share

Il ‘made in Italy’ del legal

Gianni & Origoni è la nuova denominazione di quello che a lungo è stato lo studio Gianni Origoni Grippo Cappelli. Guidato da Francesco Gianni è da anni ai vertici delle classifiche che riguardano gli studi legali d’affari italiani, soprattutto grazie alla forte presenza del fondatore sulla piazza romana.  “La nuova denominazione rappresenta la concretizzazione di un percorso che lo studio ha da tempo intrapreso verso l’istituzionalizzazione, con il progressivo affermarsi di un modello di governance, in cui le responsabilità gestionali sono sempre più diffuse fra i soci”, ha spiegato la società.Il sodalizio tra Francesco Gianni e Gianbattista Origoni è nato nel 1988 quando i due professionisti, assieme a Mario Tonucci, diedero vita a Gianni Origoni Tonucci, fino al divorzio nel 1993, quando l’insegna divenne Gianni Origoni. Poi l’evoluzione con l’arrivo di Eugenio Grippo e Roberto Cappelli. Il primo collabora ancora con lo studio, mentre il secondo ha lasciato da pochi mesi per passare con Rccd, che ha assunto il nome di Cappelli Rccd. Lo studio Gianni & Origoni conta oltre 470 professionisti, distribuiti in undici sedi sparse nel mondo: dalle cinque in Italia (Roma, Milano, Bologna, Padova e Torino) a quelle estere (Abu Dhabi, Bruxelles, Hong Kong, Londra, New York e Shanghai, quest’ultimo evoluzione del desk China, istituito all’interno dello studio nel 2011). Fa parte del World Law Group e del World Services Group, due tra le principali associazioni internazionali di studi legali indipendenti.

CONTATTI

Via delle Quattro Fontane 20 - Roma
Tel. 06 478751

Francesco Gianni
In primo piano

L’operazione

Tra le operazioni più recenti, Gianni & Origoni ha affiancato Euronext nell’acquisizione del 100% di Borsa Italiana da Lseg (London Stock Exchange Group). La società che gestisce le borse valori in Belgio, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Norvegia e Portogallo ha sborsato 4,325 miliardi di euro.Lo studio ha inoltre assistito la Lega Serie A nella selezione delle offerte provenienti dai fondi di investimento per creare una società congiunta finalizzata a valorizzare i diritti televisivi. Sul dossier ha lavorato un team capitanato dal fondatore Francesco Gianni e dai partner Renato Giallombardo e Stefano Grilli.

(Nella foto Francesco Gianni)

Share
Contenuto precedente