Maire Tecnimont

Maire Tecnimont
Share

In un settore competitivo e in rapida evoluzione come l’ingegneria impiantistica per l’industria della trasformazione delle risorse naturali, innovazione e sviluppo sostenibile sono fondamentali per creare valore. Da sempre il Gruppo Maire Tecnimont investe sulle nuove tecnologie e promuove lo sviluppo delle competenze, attuando programmi innovativi, integrando servizi e ricercando l’eccellenza operativa. Il ruolo di Maire Tecnimont è quello di progettare e costruire impianti ricercando la massima efficienza energetica e riducendo al minimo gli impatti. Con un know-how e competenze che rendono Maire Tecnimont abilitatore degli obiettivi Esg in collaborazione con clienti e stakeholder, aiutandoli ad accrescerne e migliorarne i risultati in termini di sostenibilità. Per creare valore per i propri azionisti e stakeholder, Maire Tecnimont ha individuato cinque pilastri strategici nel quadro dell’Accordo di Parigi in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Maire Tecnimont integra i principi del Global Compact Onu nelle strategie, politiche e procedure aziendali, adottando un approccio sistemico che porta la sostenibilità in ogni area di business, contribuendo allo sviluppo sostenibile e inclusivo delle comunità in cui opera nel mondo.

CONTATTI

Contatti: Via Gaetano de Castillia, 6A, 20124 Milano MI
Email: [email protected]
Web: https://www.mairetecnimont.com/it/sostenibilita

OBIETTIVI
Obiettivo 2
Obiettivo 3
Obiettivo 4
Obiettivo 5
Obiettivo 7
Obiettivo 8
Obiettivo 9
Obiettivo 11
Obiettivo 12
Obiettivo 13
Obiettivo 15
Obiettivo 17
Fabrizio Di Amato di Maire Tecnimont tra le 100 eccellenze Forbes nella CSR
Personaggi ed interpreti

“Il settore dell’energia è particolarmente sfidante in termini di scenari futuri e transizione energetica”, osserva Fabrizio Di Amato, presidente del Gruppo Maire Tecnimont. “Siamo convinti che un’evoluzione davvero sostenibile nel nostro settore vada di pari passo con un’attenzione crescente agli impatti ambientali, alla creazione di valore per le comunità, e alle opportunità di inclusione”.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo