Tiffany & Co.

Share

Nel 2020 Tiffany è divenuta prima azienda del settore a rendere noto l’intero percorso di lavorazione dei diamanti, registrati singolarmente nel Tiffany Diamond Certificate di ogni gioiello. Passo avanti senza precedenti in materia di tracciabilità rivelando il Paese in cui ogni pietra viene lavorata e montata. Tra i gioiellieri di lusso Tiffany & Co. è l’unico brand a possedere e gestire cinque laboratori di lavorazione dei diamanti in tutto il mondo con oltre 1500 artigiani. Grazie a questi laboratori di proprietà in Belgio, Mauritius, Botswana, Vietnam e Cambogia l’azienda garantisce il rispetto dei propri standard. Un livello di trasparenza della filiera che non ha eguali, reso possibile da oltre 20 anni di investimenti nell’integrazione verticale. Modello di business che punta a mantenere alti i livelli di artigianalità come la sicurezza degli ambienti di lavoro e lo sviluppo economico delle comunità. L’essere pionieri di sostenibilità e attività filantropiche è dimostrato anche dalle 20 candeline della Tiffany & Co. Foundation, impegnata a salvaguardare luoghi preziosi per le generazioni future. Dal 2000 la Fondazione ha elargito oltre 85 milioni di dollari a no profit con particolare attenzione all’estrazione mineraria responsabile, alla conservazione dei coralli e dell’ambiente marino.

CONTATTI

Contatti: Tiffany & Co. Italia SpA - Via Ugo Foscolo, 3 - 20121 Milano;
Telefono: +39 02 8909 4202
Web: https://www.tiffany.it/sustainability/

OBIETTIVI
Obiettivo 8
Obiettivo 9
Obiettivo 10
Obiettivo 12
Obiettivo 14
Obiettivo 16
Anisa Kamadoli Costa di Tiffany & Co. tra le 100 eccellenze Forbes nella CSR
Personaggi ed interpreti

Anisa Kamadoli Costa, chief sustainability officer di Tiffany & Co. nonchè presidente della Tiffany & Co. Foundation, incarna l’impegno di lunga data del colosso. In qualità di cso, dirige l’agenda di sostenibilità globale di Tiffany, migliorandone gli standard e riducendo al minimo l’impatto ambientale dell’azienda.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo