UnipolSai

Share

UnipolSai è leader in Italia nei rami danni e, in particolare, nell’Rc Auto. Vanta una raccolta diretta pari a circa 12,2 miliardi di euro, di cui 7,9 nel ramo danni e 4,3 nel ramo vita (dati a fine 2020). La compagnia assicurativa opera in Italia attraverso 2.532 agenzie assicurative e 5.401 subagenzie. UnipolSai Assicurazioni è controllata dal gruppo Unipol. Entrambe sono quotate su Borsa Italiana. UnipolSai è attiva nell’assicurazione diretta attraverso Linear Assicurazioni e nella tutela della salute con UniSalute. Nel perimetro di UnipolSai sono comprese anche società di servizi dedicate specificamente all’assistenza, alla riparazione di autovetture e alla gestione delle scatole nere per i rami auto e non-auto. La compagnia presidia altresì il canale della bancassicurazione ed è presente in Serbia. UnipolSai è molto attenta al welfare e allo sviluppo professionale e personale dei dipendenti, che considera uno degli strumenti principali attraverso cui raggiungere significativi obiettivi e operare in un mercato in continuo sviluppo con professionalità sempre aggiornate.

CONTATTI

Via Stalingrado 45 - Bologna
Tel. 051 5077111
Email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

Dopo la laurea in economia e commercio all’Università degli Studi di Napoli Federico II, Paolo Aliberti ha conseguito nel 1990 un Mba all’Alma Graduate School di Bologna e nel 2014 un master in gestione e servizi risorse umane alla 24Ore Business School. Dopo un’esperienza da impiegato in Credito Romagnolo, è passato alla Banca Agricola Mantovana, con il ruolo di titolare di filiale. Dopo aver ricoperto lo stesso ruolo per la Banca Popolare di Brescia, è diventato supervisor in Bipop-Carire e poi direttore di filiale. Dal 2005 al 2011 Aliberti ha lavorato per Unipol Banca, ricoprendo vari ruoli. Dal 2014 lavora per UnipolSai, dove attualmente è Hr manager mobility solutions e services.

Il punto forte

Il welfare nel gruppo Unipol vuole essere generativo: liberare e rigenerare energie, valorizzare le capacità della persona e dare linfa nuova, facilitare gli ambiti di vita, rendere la vita al tempo stesso più profonda e più leggera, per affrontarla con più serenità. È articolato su due livelli: welfare contrattuale, che riguarda le attività collegate all’assistenza sanitaria ed alla previdenza complementare; smart welfare, che comprende iniziative tese a facilitare la sinergia tra vita personale e professionale, per rispondere ai bisogni più importanti dei dipendenti e delle loro famiglie.

Share
Contenuto precedente