Seguici su
Investimenti 25 febbraio, 2019 @ 11:49

3 grandi insegnamenti dalla lettera agli azionisti di Warren Buffett

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi
(Shutterstock.com)

Gli investitori che si aspettavano grandi cambiamenti nei toni o nella strategia da parte di Warren Buffett e Charlie Munger nella lettera agli azionisti della Berkshire Hathaway del 2018 sono rimasti ancora una volta delusi.

Nel 2018, le attività assicurative della Berkshire sono tornate alla redditività e hanno chiuso l’anno con un record di 122 miliardi di dollari di liquidità. Le sue attività nel settore ferroviario, delle utilities e dell’energia hanno visto i profitti operativi salire del 30% a 7,8 miliardi e le attività non assicurative hanno generato ulteriori 9,3 miliardi di guadagni operativi, in crescita del 29%.

Buffett, inoltre, ha ribadito la sua convinzione che i facili acquisti del mercato post-recessione sono finiti. E’ questo il motivo per cui Berkshire non ha effettuato importanti acquisizioni nel 2018. Come rileva Antoine Gara per Forbes.com, ci sono tre punti della lettera sui quali vale la pena soffermarsi.

“Guarda la foresta – dimentica gli alberi”
Ovvero: Guarda il quadro di insieme, non i dettagli

Nessuno vuole perdere 25 miliardi nell’arco di 90 giorni, specialmente Buffett. Ma questo è esattamente ciò che Berkshire ha riportato nell’ultimo trimestre dell’anno, in cui i mercati azionari statunitensi sono crollati a ottobre, per poi precipitare ulteriormente a dicembre. Buffett ha insistito che gli investitori guardino alla totalità degli attivi della Berkshire. Ha detto: “Gli investitori che valutano Berkshire a volte sono ossessionati dai dettagli delle nostre molte e diverse imprese – i nostri “alberi” economici, per così dire. Un’analisi di questo tipo può essere sconvolgente, dato che possediamo una vasta gamma di campioni, che vanno dai ramoscelli alle sequoie: alcuni dei nostri alberi sono malati e probabilmente non ci saranno più tra un decennio, molti altri, però, sono destinati a crescere in dimensioni e bellezza. Fortunatamente, non è necessario valutare ogni albero singolarmente per fare una stima approssimativa del valore intrinseco del business di Berkshire, perché la nostra foresta contiene cinque “boschetti” di grande importanza, ognuno dei quali può essere valutato, con ragionevole accuratezza, nella sua interezza”. In effetti, Berkshire ha visto crescere ulteriormente la liquidità complessiva e il suo valore contabile. Il quadro più ampio, insomma, dice che il suo portafoglio diversificato può sopportare la volatilità intrinseca del mercato.

Riacquisto delle azioni 

Ci sono molti esempi di società che dovrebbero essere criticate per aver riacquistato le loro azioni a prezzi sopravvalutati, o perché semplicemente acquistano titoli con denaro che non hanno. Per le aziende che hanno i soldi, tuttavia, i riacquisti possono essere efficaci.

Ne è un esempio il lavoro di Buffett con le partecipazioni di Berkshire in American Express – spiega Gara. Berkshire non ha mai venduto azioni Amex negli ultimi otto anni, e la società si è rivalutata di decine di miliardi di dollari in borsa. Grazie agli acquisti, la partecipazione di Berkshire in Amex è passata dal 12,6% al 17,9%. Di conseguenza, la porzione di Berkshire sui 6,9 miliardi di dollari di utile è stata di circa 1,2 miliardi. “Quando gli utili aumentano e le azioni diminuiscono, i proprietari – nel tempo – di solito fanno bene”, ha detto Buffett.

Quando Berkshire investe non si tratta solo di azioni o grandi operazioni

Un tema che merita di essere studiato è come Berkshire investe denaro nelle sue attività operative. Nel complesso, la Berkshire ha investito 14,5 miliardi di dollari l’anno scorso in impianti, attrezzature e altri beni fissi, l’89% del quale speso in America”. E questo tipo di investimento può spesso portare a ritorni ancora più soddisfacenti di quelli di tipo puramente finanziario.

Vuoi ricevere ogni giorno le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!