Seguici su
Style 25 febbraio, 2019 @ 11:07

Tendenze moda autunno-inverno: 6 video per rivivere le sfilate di Milano

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda e tutto ciò che le gravita attorno.Leggi di più dell'autore
Nata in Sicilia, si trasferisce a Milano per studiare giurisprudenza ma soprattutto per inseguire la sua più grande passione: la scrittura. In precedenza ha collaborato con il quotidiano di Class editori MFFashion occupandosi di moda e finanza. Appassionata di romanzi gialli, musica jazz e cinema. chiudi
persone abito
Gucci/Getty Images

Lo spettacolo deve continuare. E questo nonostante, ad aprire la Milano fashion week donna dedicata alla stagione autunno-inverno 2019/2020, sia stata la notizia della scomparsa di Karl Lagerfeld, icona di stile, fotografo, illustratore e artista, conosciuto come il re della moda. Con un calendario fitto come sempre tra sfilate, presentazioni ed eventi culturali, la capitale meneghina ha raccolto il testimone da Londra per portare in scena le nuove proposte di abbigliamento femminile. Noi di forbes.it abbiamo deciso di ripercorrere i momenti più cool della settimana della moda milanese attraverso le sue passerelle più belle.

Si parte con Gucci: atmosfera dark, a tratti gotica. Già l’invito alla sfilata, intravisto sui canali social di moltissime star, faceva presagire qualcosa di unico: una maschera in cartapesta raffigurante un ermafrodito dalla chiara ispirazione ellenica. Maschere che sono tornate in passerella, indossate da 87 look per raccontare in chiave moderna il tema dell’individualismo. In pedana, sotto luci intermittenti,  borchie appuntite per collier de chien in pelle nera, manici delle borse e protesi dorate per le orecchie, che a volte coprono anche gli occhi.

Per Fendi, si è trattato invece, probabilmente, dello show più emozionale di sempre. E questo perché si è trattato della prima sfilata in assenza dello stilista tedesco Lagerfeld: dalla F stilizzata con un cuore come trattino da lui disegnata e posta su ogni seduta, al video-omaggio che chiude la passerella e invita il pubblico ad alzarsi in piedi, tutto è stato un tributo al genio teutonico. Collezione compresa.

Per Prada, si sa, questo e altro. La pensa così Cara Delevingne, tornata a Milano per il marchio (la modella aveva detto addio alle passerelle nel 2015 per dedicarsi alla carriera di attrice). E non dimentichiamoci di Gigi Hadid e Kaia Gerber. L’ispirazione arriva dal mondo del cartoon, con tanto di treccine alla Mercoledì Addams. Abbinate ad anfibi o tacchi colorati, fiori applicati e pizzi trasparenti.

La moda è un gioco a premi, almeno per la donna Moschino immaginata da Jeremy Scott. In pedana abiti dai colori vivaci, gioielli vistosi. Pioggia di cristalli, paillettes, stampe di slot machine e l’immancabile pelle nera indossata dalle super top Kaia Gerber, Bella Hadid, Stella Maxwell e Irina Shayk.

Una super top è per sempre. Soprattutto quando si parla di Stephanie Seymour, che torna a sfilare per Versace portando in passerella il suo fascino. Lo show della maison della medusa è un tributo agli anni ’90 e all’estetica delle campagne di Richard Avedon. La collezione donna reinterpreta infatti i codici del marchio, giocando tra lusso e grunge: orli tagliati, scollature vertiginose, sete e lurex jacquard.

Last but not least GCDS, il brand guidato da Giuliano Calza, che ricrea nella cornice del The Mall il suo stesso ufficio. E non smette di sorprendere svelando una collaborazione creativa dall’anima fun con Barilla. Si, avete capito bene: il colosso italiano della pasta. Protagonista anche del blindatissimo (e scenografico) party post sfilata, condiviso da star e influencer su Instagram. Senza dimenticare il ritorno in passerella della bellissima Lindsey Wixson.