Seguici su
Forbes Italia 3 Maggio, 2019 @ 2:48

Perché la carne vegana di Beyond Meat ha fatto impazzire Wall Street

di Simona Politini

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
beyond meat
(www.beyondmeat.com)

La carne del futuro viene dall’orto! Proteine di piselli, fave e soia: sono questi gli ingredienti che compongono gli hamburger vegani di Beyond Meat, la start-up californiana che conta tra gli investitori l’attore Leonardo DiCaprio e il fondatore di Microsoft Bill Gates e che ieri, nel suo debutto alla borsa di Wall Street, ha chiuso il primo giorno di negoziazione con un +163% sul prezzo di Ipo e una valutazione societaria pari a circa 3,8 miliardi di dollari.

La scorsa settimana, infatti, l’azienda aveva reso noto che avrebbe quotato le sue azioni tra i 19 e i 21 dollari per poi dichiarare un prezzo di Ipo pari a 25 dollari. Ma poche ore dopo l’avvio delle contrattazioni, il titolo era salito a quasi 73 dollari per chiudere infine a 65,75 dollari per azione.

Beyond Meat, la startup dei prodotti vegani che riducono l’impatto ambientale

Quello di Beyond Meat è uno dei maggiori rialzi nei primi giorni di negoziazione sui principali mercati azionari americani. La società è la prima azienda di prodotti vegetali alternativi alla carne a diventare pubblica, un’accoglienza – quella della Borsa – che mostra quanto interesse si stia sviluppando attorno al tema delle proteine vegetali come alternativa alla carne per un’alimentazione più sana e per ridurre l’impatto ambientale. Per preparare la sua polpetta vegetale Beyond Meat afferma di usare molta meno acqua e terra, di generare meno emissioni serra e consumare meno energie rispetto a produrre un hamburger di carne.
Secondo i documenti resi pubblici in vista del debutto sul mercato azionario, la perdita netta di Beyond Meat si è ridotta a $ 29,9 milioni nell’esercizio conclusosi il 31 dicembre, contro un passivo di $ 30,4 milioni dell’anno precedente. Tuttavia, il fatturato è più che raddoppiato a $ 87,9 milioni. Il ricavato dell’Ipo verrà utilizzato per investire in nuovi impianti e in ricerca e sviluppo.

Carne vegana vs carne animale, Beyond Meat sfida il palato italiano

La carne vegana di Beyond Meat cerca di imitare la consistenza e il sapore della carne attraverso l’utilizzo di ingredienti come proteine di piselli e succo di barbabietola. Una “ricetta” che potrebbe far impallidire i più accaniti estimatori della bistecca alla fiorentina, ma che in realtà risponde alla crescente domanda di chi decide di seguire uno stile alimentare vegano, vegetariano o flexitariano, ovvero vegano ma con ammessa qualche deviazione verso le proteine animali.

Del resto, anche in Italia, guardando ai numeri del Rapporto Eurispes 2018, il 7% della popolazione dai 18 anni in su è vegana e vegetariana perché convinta degli effetti positivi in termini di salute (38,5%) oppure per amore e rispetto nei confronti degli animali (20,5%). Ed è probabilmente sulla base di questi numeri che, circa un anno fa, la catena bolognese di hamburger Welldone ha deciso di inserire nei menù dei suoi punti vendita (circa 20) la polpetta vegana di Beyond Meat. Scelta seguita anche dal locale Paulpetta di Monza, che qualche giorno fa ha annunciato l’arrivo della “beyond polpetta” per tutti i suoi clienti.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!