Airbnb ha una nuova piattaforma dedicata al lusso, dove affittare anche un’isola privata

isola mare cielo barca
(Courtesy Airbnb)
Share
isola mare cielo barca
(Courtesy Airbnb)

La domanda da parte degli utenti Airbnb di alloggi ed esperienze di lusso è in forte crescita, basti pensare che nel 2018 il numero di prenotazioni per alloggi del valore di almeno 1.000 dollari a notte ha registrato una crescita superiore al 60%. Una ragione sufficiente per indurre la società di San Francisco a investire nella nuova divisione Luxe, nata proprio per rispondere al crescente interesse per i viaggi di fascia alta (secondo gli analisti il settore vale oggi più di 200 miliardi di dollari).

E se hai sempre sognato di passare le vacanze su un’isola privata tutta per te, ora è possibile: tra le 2mila soluzioni in tutto il mondo offerte dalla piattaforma è possibile infatti affittare l’atollo privato di Nukutepipi, nella Polinesia Francese, che con le sue 3 ville e 15 bungalow sulla spiaggia può ospitare fino a 52 persone. Scenario del film The Beach. Ma come tutti i sogni, ha il suo prezzo: soggiornare nel paradiso dell’Oceano Pacifico costa infatti 1 milione di dollari a settimana.

    AirbnbLuxe Nukutepipi IsolaPrivata
    AirbnbLuxe Nukutepipi IsolaPrivata
    AirbnbLuxe Nukutepipi IsolaPrivata
    AirbnbLuxe Nukutepipi IsolaPrivata
    AirbnbLuxe Nukutepipi IsolaPrivata
    AirbnbLuxe Nukutepipi IsolaPrivata
    AirbnbLuxe Nukutepipi IsolaPrivata
    AirbnbLuxe Nukutepipi IsolaPrivata
    AirbnbLuxe Nukutepipi IsolaPrivata
    AirbnbLuxe TeKahu
    AirbnbLuxe TeKahu
    AirbnbLuxe VillaBelongDua
    AirbnbLuxe KoharaLodge
    AirbnbLuxe BellagioGrand
    AirbnbLuxe ParcoDelPrincipe

Il viaggio nel lusso di Airbnb è iniziato qualche tempo fa quando la società americana ha acquisito Luxury Retreats, piattaforma specializzata nell’affitto di dimore a cinque stelle, che continuerà a operare come marchio indipendente. Per ogni prenotazione Airbnb Luxe ci sarà un trip designer dedicato che si occuperà di esperienze e servizi personalizzati come l’organizzazione di attività locali, babysitting, chef privati, massaggiatori in loco o sessioni di allenamento in palestra.

E sarà in grado di assicurarti un tavolo in un ristorante stellato Michelin. Naturalmente, per entrare nell’Olimpo delle case di lusso bisogna rispondere a criteri rigorosi, ben 300, come la presenza di finiture di pregio o elettrodomestici di prima qualità. Ma con chi si potrebbe trovare a competere a questo punto Airbnb? Tra i possibili concorrenti ci sarebbero Oliver’s Travel, HomeAway e Four Seasons Private Retreats, che offrono proposte simili.