Seguici su
Business 8 luglio, 2019 @ 3:41

Deutsche Bank, cosa ha scritto il Ceo ai dipendenti

di Simona Politini

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
La sede di Deutsche Bank a Francoforte
La sede di Deutsche Bank a Francoforte (Shutterstock)

 

Da qualche giorno la notizia campeggia su tutte le prime pagine dei più importanti quotidiani: Deutsche Bank sta per intraprendere il piano di ristrutturazione più grande della sua storia e per raggiungere i suoi obiettivi taglierà 18.000 posti di lavoro fino a stabilizzare un organico globale di circa 74.000 dipendenti entro il 2022.

Deutsche Bank: un percorso obbligato per tornare una banca leader

“Personalmente mi rammarico profondamente per l’impatto che questo avrà su alcuni di voi. Negli interessi a lungo termine della nostra banca, tuttavia, non abbiamo altra scelta che affrontare questa trasformazione in modo decisivo. Solo così possiamo rendere Deutsche Bank una banca leader ancora una volta.” Sono queste le parole che il Ceo di Deutsche Bank, Christian Sewing, utilizza per iniziare la lunga e-mail indirizzata allo staff nella quale motiva le drastiche scelte intraprese dalla banca tedesca. “Stiamo creando una banca che sarà più redditizia, più snella, più innovativa e più resiliente”, prosegue la missiva. “Si tratta ancora una volta di mettere le esigenze dei nostri clienti al centro di ciò che facciamo – e infine di offrire nuovamente i rendimenti per i nostri azionisti.”

Deutsche Bank un DNA da Corporate Bank

“La trasformazione – spiega Sewing – ci porterà più vicini alla nostra forza principale: il nostro DNA. Circa 150 anni fa, siamo stati fondati come una banca che serve società tedesche ed europee in tutto il mondo, che fornisce una rete globale e che apre la strada all’Europa per le aziende e gli investitori internazionali. Questo è esattamente il ruolo che giocherà la banca corporate che stiamo formando.”

Questo non significa che Deutsche Bank annullerà totalmente la sua attività nel settore dell’investment, come sottolinea il suo Ceo: “Accanto alla nostra corporate bank ci sarà una investment bank che collega i nostri clienti aziendali con i mercati dei capitali in tutto il mondo. In questa divisione, ci concentreremo su quelle aree in cui abbiamo una lunga esperienza – credito, reddito fisso e valute. In futuro, la nostra investment bank sarà più piccola, ma ancor più stabile e competitiva.”

Deutsche Bank: più innovativi e più efficienti

La trasformazione di Deutsche Bank non può prescindere da una revisione delle infrastrutture, da una spinta all’utilizzo di nuove tecnologie e da un’intensificazione dei controlli.

“La ricostruzione, tuttavia, avrà successo – dice Sewing – solo se ridisegneremo radicalmente la nostra infrastruttura, tutte le funzioni interdivisionali a supporto delle imprese. Qui, dobbiamo anche diventare più innovativi e più efficienti, rafforzando allo stesso tempo i nostri controlli. Iniziamo con l’innovazione: intendiamo investire 13 miliardi di euro in tecnologia entro il 2022.”

Le strutture e i processi delle funzioni infrastrutturali saranno più snelle ed efficienti. “Per molti anni, i nostri costi fissi sono stati troppo alti, come dimostra il nostro rapporto costi / ricavi. Intendiamo ridurre i costi rettificati di circa 6 miliardi di euro a 17 miliardi di euro entro il 2022. Una cosa è certa: non faremo alcun sacrificio quando si tratta delle nostre funzioni di controllo. Al contrario, possiamo migliorare e miglioreremo ulteriormente.”

Deutsche Bank: il costo umano della ristrutturazione

“Tutto ciò creerà una nuova e migliore Deutsche Bank. Tuttavia, dobbiamo anche affrontare il fatto che questa trasformazione richiederà decisioni scomode. Ciò è particolarmente vero per le riduzioni considerevoli della forza lavoro. Posso assicurarvi che i miei colleghi e io ci rendiamo conto che questo ha un impatto sulle persone e influenza profondamente le loro vite. Questo è il motivo per cui faremo tutto il possibile per implementare questi tagli nel modo più responsabile possibile. Ritengo che sia nostro dovere farlo. Verranno consultati i consigli di fabbrica e i rappresentanti dei dipendenti, laddove saranno tutelati i diritti di partecipazione previsti dalla legge.”

Deutsche Bank: la banca e i suoi clienti al primo posto

“Prendere questa decisione – conclude Sewing – non è stato facile. Ha conseguenze di vasta portata per la nostra banca, la banca in cui ho lavorato per quasi trent’anni. Ma sono determinato, e lo è anche il mio gruppo dirigente: si tratta di pensare in modo radicale e di pensare in modo diverso. Si tratta di una nuova cultura. Una cultura che mette sempre al primo posto la banca e i suoi clienti, prima degli interessi dell’individuo. Una cultura in cui integrità e lavoro di squadra sono valori fondamentali. Una cultura che prende sul serio la nostra responsabilità per l’economia e per la società. Una cultura di cui tutti siamo orgogliosi e dove persone straordinariamente talentuose vogliono lavorare.”

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!