Seguici su
Investimenti 19 Dicembre, 2019 @ 1:37

Le 30 città dove il mercato degli immobili di lusso sta crescendo più velocemente

di Matteo Rigamonti

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Mosca by night
Lo skyline di Mosca (Shutterstock)

Mosca è la città in cui il mercato immobiliare del lusso sta crescendo di più. Nel terzo trimestre del 2019, come evidenzia il Prime Global Cities Index di Knight Frank, i prezzi degli immobili di lusso residenziali sono cresciuti in media dell’1,1% in 45 città del mondo, mentre nella capitale russa la crescita è stata dell’11,1% su base annuale. Seguono sul podio Francoforte (+10,3% a settembre 2019 su settembre 2018) e Taipei (+8,9%).

Nella top ten di Knight Frank – società di consulenza in real estate che ha sede a Londra e 523 uffici in 60 Paesi per un totale di oltre 18mila dipendenti – entrano infatti anche Manila, quarta con +7,4%, seguita da Berlino (+6,5%), Guangzhou (+6,2%, miglior risultato degli ultimi 5 anni per l’ex Canton), l’accoppiata elvetica Ginevra (+5,6%) e Zurigo (+4,5%), Dehli (+4,4%) e Madrid (+4,2%).

A contribuire alla crescita di Mosca, spiega il report, una domanda sempre più robusta e diversi nuovi progetti avviati, come, per esempio, quelli nelle aree di Ostozhenka e Tverskoy. Mentre sono diverse le città dell’Asia che entrano in top ten e fanno segnare buoni risultati, non solo Taipei: risultati dettati da un mix di crescita economica e nuovi investimenti, specie quelli in infrastrutture. Bene anche Giacarta, dodicesima con +4,1%.

Restando in Europa, oltre a Madrid, Ginevra e Zurigo, bene anche Parigi (+4,2% appena fuori dalla top ten, undicesima) ed Edinburgo (13esima a +3,4%). Monaco è sedicesima con il 3% di crescita, Stoccolma diciottesima (+2,6%). Milano chiude 31esima con +0,7%. La new entry è Bucarest: la capitale della Romania si piazza 29esima con una crescita del 0,7%.

Prosegue la crescita del valore degli immobili di lusso in diverse città dell’Australia (tra cui Sydney 17esima con +2,6%, Melbourne 21esima e Brisbane 22esima entrambe con +2%). Mentre la prima città degli Stati Uniti è Miami, in 25esima piazza (+1,4%).

La guerra commerciale tra Cina e Usa ha contribuito a determinare il -1,3% di Hong Kong.

Ecco le prime 30 (più una) posizioni del Prime Global Cities Index Q3 di Knight Frank:

1 Mosca (Russia) +11,1%
2 Francoforte (Germania) +10,3%
3 Taipei (Taiwan) +8,9%
4 Manila (Filippine) + 7,4%
5 Berlino (Germania) +6,5%
6 Guangzhou (Cina) +6,2%
7 Ginevra (Svizzera) +5,6%
8 Zurigo (Svizzera) +4,5%
9 Delhi (India) +4,4%
10 Madrid (Spagna) +4,2%
11 Parigi (Francia) +4,2%
12 Giacarta (Indonesia) +4,1%
13 Edinburgo (Scozia) +3,4%
14 Tokyo (Giappone) +3,3%
15 Pechino (Cina) +3,3%
16 Monaco (Principato di Monaco) +3,0%
17 Sydney (Australia) +2,6%
18 Stoccolma (Svezia) +2,6%
19 Toronto (Canada) +2,2%
20 Bangalore (India) +2,1%
21 Melbourne (Australia) +2,0%
22 Brisbane (Australia) +2,0%
23 Dublino (Irlanda) +1,6%
24 Vienna (Austria) +1,4%
25 Miami (Stati Uniti) +1,4%
26 Gold Coast (Australia) +1,3%
27 Singapore (Repubblica di Singapore) +1,2%
28 Mumbai (India) +0,8%
29 Bucarest (Romania) +0,7%
30 Perth (Australia) +0,7%
31 Milano (Italia) +0,7%

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!