Seguici su
Investimenti 21 Gennaio, 2020 @ 11:30

Rejoint, la startup bolognese dove la medicina incontra Big Data e I.A.

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Gian Guido Riva, founder Rejoint (courtesy Rejoint)

Arrivano nuovi fondi per Rejoint, la startup innovativa bolognese che sviluppa protesi personalizzate per il ginocchio. L’azienda ha chiuso un round di investimento di 1,350 milioni di euro dai business angel di IAG e dagli investitori della community di equity investing on-line Doorway.

Una notizia importante per Rejoint, visto che è nata con un obiettivo fondamentale: soddisfare quel 20% delle persone, che dopo essersi sottoposte ad un intervento di sistemi protesici al ginocchio, rimangono insoddisfatte per le problematiche che influenzano la qualità della vita: dolore, infiammazione, mismatch dimensionale.

Rejoint: Intelligenza artificiale e Big Data a sostegno della medicina

Per dar vita ai suoi dispositivi realizzati ad hoc per ogni paziente, Rejoint si basa sull’applicazione al settore della medicina ricostruttiva, della Realtà Aumentata, dell’Intelligenza Artificiale (per studiare l’anatomia del paziente e progettare l’impianto), della più innovativa tecnologia di stampa 3D (utilizzata anche durante gli interventi chirurgici) e dei Big Data, attraverso tutori sensorizzati che permettono di monitorare la riabilitazione del paziente nonché il continuo miglioramento del prodotto.

Soddisfatti della partnership con IAG e Doorway, e del conseguente round di investimento, i founder di Rejoint Gian Guido Riva e Lorenzo Viva, spiegano: “Insieme porteremo forte innovazione nell’ottica del trattamento personalizzato di tutto il “patient journey” in un mercato costantemente in crescita ma caratterizzato ad ora da un’offerta di prodotti e servizi “matura”.

IAG, Italian Angels for Growth, è stata fondata nel 2007 e oggi è il più grande network di business angels in Italia, tant’è che riunisce oltre 200 protagonisti del mondo imprenditoriale, finanziario e industriale  in più di dieci anni di attività, ha analizzato oltre 5.000 startup e i suoi soci hanno realizzato oltre 80 investimenti, per un totale di 157 milioni di euro investiti dai soci IAG e suoi co-investitori. 

Doorway, invece, è una startup innovativa, attiva sul mercato dal 2019, che ha uno scopo ben preciso: innovare l’industria della raccolta di capitale di rischio destinati a startup e PMI, tramite un’esclusiva piattaforma Fintech di equity investing on line, autorizzata da Consob. Essa è dedicata e rivolta ad investitori per supportare lo sviluppo e l’internazionalizzazione di startup e PMI ad alta scalabilità. La missione è supportare gli investitori nel diversificare il loro patrimonio, canalizzando parte della loro dotazione finanziaria verso l’economia reale.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!