Seguici su
Business 29 Gennaio, 2020 @ 8:00

Un patrimonio da $600 milioni. Così Kobe Bryant ha vinto dentro e fuori dal campo

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Kobe Bryant

di Kurt Badenhausen per Forbes.com

Gli appassionati di basket di tutto il mondo continuano a piangere per la tragica morte dell’icona dell’NBA Kobe Bryant, scomparso domenica in un incidente in elicottero, insieme alla figlia 13enne Gianna e ad altri sette passeggeri. Bryant, che aveva 41 anni, lascia un ricca eredità in campo per i suoi successi e la sua spinta incessante che ha aiutato i Los Angeles Lakers a vincere cinque titoli NBA durante i suoi 20 anni di carriera.

Kobe Bryant è stato anche ammirato per il suo vigoroso successo commerciale che lo ha reso uno degli atleti più ricchi del pianeta. I suoi guadagni sul campo sono al secondo posto di sempre, e ha lavorato con più di 20 marchi da quando è entrato nell’NBA, tra cui Nike, McDonald’s, Coca-Cola, Mercedes-Benz e Hublot.

Ha investito quei guadagni in molte iniziative imprenditoriali, tra cui la bevanda sportiva emergente Body Armor e piccole startup come Art of Sport e HouseCanary. Mesi dopo il suo ritiro nel 2016, Bryant ha lanciato il suo fondo di venture capital da $ 100 milioni, in una partnership con l’imprenditore Jeff Stibel, per investire in attività di media, tecnologia e big data. Stibel ha detto a CNBC a settembre che la loro società aveva in quel momento realizzato 18 investimenti con circa 10 exit effettuate fino ad allora. Anche altri atleti come Peyton Manning e Steph Curry sono investitori di questo fondo.

Ha anche pubblicato i suoi libri ed è diventato il primo atleta professionista a vincere un Oscar. Complessivamente Kobe Bryant, a soli 41 anni, aveva già accumulato una fortuna stimata di $ 600 milioni e si era costruito una fiorente carriera post-NBA.

Bryant ha avuto il più alto stipendio della NBA per sei stagioni consecutive fino alla fine della sua carriera. Lo stipendio dei suoi Lakers, combinato con gli accordi di sponsorizzazione, ha raggiunto il picco di $ 62 milioni. Nike era il suo partner più importante e redditizio. La relazione è iniziata nel 2003 con un accordo quadriennale di 40 milioni di dollari che ha contribuito a trasformare Bryant in una superstar globale con guadagni annuali crescenti.

Il gigante dell’abbigliamento sportivo mandava Bryant in Cina quasi ogni estate per promuovere i suoi prodotti. Il brand Bryant è esploso in Cina e ha raccolto sponsorizzazione per il mercato cinese anche per marchi come Mercedes-Benz, Alibaba e altri. Il fatturato di Nike proveniente dalla Cina è ora di $ 6 miliardi ed è cresciuto del 20% ogni anno.

I fan di Nike e Bryant celebrano il Mamba Day ogni anno il 24 agosto, data che unisce i due numeri di maglia di Bryant, 8 e 24. Nike ha continuato la tendenza l’estate scorsa con una serie di versioni di sneaker in edizione limitata.

Il primo contratto di Bryant con i Lakers valeva 3,5 milioni di dollari in tre anni. Bryant fu anche uno dei soli cinque giocatori a votare contro l’accordo collettivo di contrattazione dell’NBA del 1999 che limitava i salari individuali. Lo stipendio annuale di Bryant alla fine ha superato $ 30 milioni: è stato il secondo giocatore dell’NBA dopo Michael Jordan a raggiungere tale soglia in quel momento storico. Al momento del ritiro Bryant era secondo solo a Kevin Garnett in termini di stipendio totale percepito in carriera.

Al ritiro, nel 2016, i suoi guadagni in carriera sommando stipendi e sponsorizzazioni ammontavano a $ 680 milioni, più di qualsiasi altro atleta di sport di squadra fino a quel momento. Gli unici atleti che superavano Bryant erano tre stelle di sport individuali: Tiger Woods, Floyd Mayweather e Michael Schumacher.

Bryant fondò Kobe Inc. nel 2013 e l’anno successivo fece il suo primo investimento nel marchio di bevande sportive BodyArmor. Ha acquisito oltre il 10% dell’azienda per circa $ 5 milioni. “Altri si affidavano al modello di partecipazione non monetaria, ma io volevo andare oltre”, ha detto Bryant a Forbes nel 2013.

Bryant ha svoltato quando Coca-Cola ha investito $ 300 milioni in BodyArmor nel 2018, portando la valutazione della società a $ 2 miliardi e il valore della partecipazione di Kobe Bryant a $ 200 milioni. BodyArmor è recentemente diventato un partner ufficiale di MLS e Bryant ha parlato dello stato del footbal americano con Forbes in una videointervista della scorsa settimana.

Bryant ha costruito il suo patrimonio grazie a due decenni  di ricchi contratti e accordi di sponsorizzazione. Il suo percorso verso un patrimonio miliardario sarebbe stato spianato nel mondo degli investimenti, e il suo primo grande risultato, BodyArmor, rappresentava circa un terzo del suo patrimonio netto.

Il suo portfolio di venture capital comprendeva la società di prodotti di consumo eco-compatibile The Honest Company, il sito web dei media The Players Tribune, lo sviluppatore di videogiochi Scopely e la società di servizi legali LegalZoom.

Oltre a costruire Bryant Stibel, durante la sua carriera post-NBA Kobe Bryant si è concentrato sulla narrazione attraverso diversi mezzi. Nel 2016 ha fondato una società multimediale, Granity Studios, che ha pubblicato una serie di libri per giovani. Ha scritto e narrato un cortometraggio animato, Dear Basketball, che ha vinto un Oscar nel 2018.

Kobe non era il solo a beneficiare di Kobe. I proprietari dei Lakers, la famiglia Buss e Phil Anschutz, sono tra i maggiori beneficiari della popolarità della stella NBA. L’accordo televisivo ventennale di $ 4 miliardi della squadra con Time Warner nel 2011 ha spinto i profitti operativi annuali a $ 100 milioni. Il valore del team, che era di circa $ 200 milioni quando Bryant è stato ingaggiato nel 1996, è ora $ 3,7 miliardi.

 

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!