Un 2019 da record per il cinema e le serie di Iervolino Entertainment

iervolino
Andrea Iervolino, ceo Iervolino Entertainment
Share
iervolino entertainment (andrea iervolino) bilancio 2019
Andrea Iervolino, ceo Iervolino Entertainment

“Pur in un contesto di rallentamento macroeconomico, l’esercizio 2019 è stato caratterizzato da una serie di eventi molto positivi e profittevoli per la società”. Così Andrea Iervolino, fondatore e presidente di Iervolino Entertainment ha presentato i risultati economici della società quotata sul mercato AIM di Borsa Italiana. 

Attiva nella produzione e co-produzione di contenuti cinematografici e televisivi per il mercato internazionale, la Iervolino Entertainment nel 2019 ha registrato 80 milioni di euro di ricavi (+131% rispetto ai 34,6 milioni di euro al 31 dicembre 2018), un ebitda pari a 74,5 milioni di euro (+121% rispetto ai 34,1 milioni al 31 dicembre 2018). 

In crescita anche il risultato netto della società che è aumentato del 98% rispetto al 31 dicembre 2018, passando quindi da 10,2 milioni a 20,2 milioni di euro. In miglioramento di 5,3 milioni di euro rispetto al saldo negativo al 31 dicembre della posizione finanziaria della Iervolino Entertainment. Essa, infatti, presenta un saldo di sostanziale pareggio pari a 549mila euro. 

Iervolino Entertainment: possibile aumento di capitale

Durante la presentazione dei risultati economici del 2019 della società, Andrea Iervolino ha anche evidenziato le diverse attività di investimento realizzato: “Abbiamo prodotto diverse web series e opere cinematografiche destinate essenzialmente ai mercati internazionali con un’equilibrata copertura finanziaria, ponendo le basi per uno sviluppo sostenibile nel tempo”.

Oltre alle web series e alle opere cinematografiche, il fondatore e presidente di Iervolino Entertainment ha anche svelato un altro tipo di formati su cui si è soffermata la società: “Ci siamo concentrati molto anche sul business degli short content, un format che il mercato oggi richiede sempre di più per incontrare le esigenze delle nuove generazioni e sfruttare la rivoluzione tecnologica in atto”.

Infine, è importante sottolineare che il cda ha convocato per il 27 marzo 2020 un’assemblea ordinaria e straordinaria dei soci, dove oltre al bilancio del 2019 della società, si parlerà soprattutto di un possibile aumento di capitale.

Infatti, come comunicato in una nota ufficiale, “l’assemblea riunita in sede straordinaria sarà chiamata a deliberare  relativamente all’aumento di capitale sociale fino ad euro 50 milioni di euro in una o più tranche fino al 31 dicembre 2024 con esclusione di diritto d’opzione e riservato ad investitori qualificati”.