Valentina Pavan è la manager scelta per il futuro di Sendabox

Valentina Pavan, direttore generale Sendabox (Courtesy Sendabox)
Share
Valentina Pavan, direttore generale Sendabox (Courtesy Sendabox)

Valentina Pavan è il nuovo direttore generale di Sendabox. La manager proveniente dal secondo player postale in Italia affiancherà Federico Pozzi Chiesa, fondatore e amministratore delegato della società, nello sviluppo della strategia di crescita e nel mantenimento della posizione di leadership nel mercato di riferimento.

Sendabox.it, fondata nel 2014, è la prima piattaforma online che integra soluzione di logistica con i servizi dei corrieri nazionali e internazionali, fondato nel 2014.

Valentina Pavan arriva in Sendabox dopo un’esperienza di 15 anni maturata in Nexive – la seconda azienda italiana del settore delle spedizioni postali dopo Poste Italiane – in cui ha ricoperto diversi ruoli strategici, prima in qualità di direttore Marketing, Comunicazione e Customer Operations, poi nel ruolo di Parcel Development director e infine dal 2017 come chief commercial officer.

La manager, prima di entrare in Nexive, aveva maturato una solida esperienza professionale all’interno di importanti aziende nazionali e multinazionali che operano in settori merceologici e in contesti di mercato diversificati (farmaceutico, cosmetico, servizi) ricoprendo ruoli di responsabilità crescente.

In Sendabox Valentina Pavan si occuperà di supervisionare le attività di marketing, vendita e operative, al fine di assicurare il raggiungimento degli obiettivi di budget di Sendabox, e di seguire tutti i progetti di evoluzione della piattaforma per renderla sempre più competitiva e al passo con le esigenze dei clienti.

La nomina di Valentina Pavan si inserisce all’interno del percorso di crescita e consolidamento di Sendabox che, nata come comparatore online di corrieri espressi in tutta Europa, è cresciuta di anno in anno del 30%, ampliando i servizi offerti e acquisendo nel 2016 la start-up IoRitiro. Oggi Sendabox è un’azienda che punta ai 5 milioni di fatturato, con 20.000 punti di ritiro in tutta Europa e un team di 15 persone.