JustEat e GrubHub verso una fusione da $ 7,3 miliardi nel food delivery

just-eat food delivery
(shutterstock.com/
Share
just-eat food delivery
(shutterstock.com/

Articolo di Isabel Togoh su Forbes.com

 Il gigante europeo della consegna di cibo a domicilio Just Eat Takeaway.com è in trattative avanzate per acquistare il rivale americano GrubHub per 7,3 miliardi di dollari, acquisendo una quota del mercato statunitense in forte aumento e creando il più grande servizio di food delivery al di fuori della Cina.

Aspetti principali

  • Just Eat è già stata acquisita da Takeover.com, con sede ad Amsterdam, con un accordo da 7,7 miliardi di dollari che è stato approvato dalle autorità di regolamentazione in aprile a seguito di un’indagine della UK Competition and Markets Authority.
  • L’ accordo arriva dopo che Uber ha annunciato mercoledì di essersi ritirata dai colloqui per fondersi con GrubHub. Tale accordo avrebbe combinato i due più grandi servizi di consegna cibo a domicilio negli Stati Uniti.
  • L’acquisizione coincide con un’impennata della domanda di servizi di ordinazione e consegna di cibo provocata dalla pandemia di coronavirus che ha tenuto a casa milioni di persone.
  • L’acquisizione dovrebbe essere completata all’inizio del prossimo anno, poiché deve essere approvata dai regolatori e da entrambi i gruppi di azionisti.

Contesto chiave

La pandemia di coronavirus ha messo a fuoco la necessità di consolidamento nel settore del food delivery. Gli analisti affermano che le società di consegna cibo a domicilio per lo più non redditizie devono consolidarsi per sopravvivere, ma l’ondata di ordini da casa durante la pandemia ha sollevato preoccupazioni sulla concorrenza e alcune tattiche sgradevoli che incidono sui ristoranti. Un legame tra Uber Eats e Grubhub avrebbe creato un business con una quota del 45% del mercato delle consegne di cibo negli Stati Uniti, catapultando le aziende in una posizione per competere con la quota di mercato del 45% di Doordash.

Fatti correlati

La CMA deciderà definitivamente sulla sua indagine sul piano di Amazon di acquistare una partecipazione di minoranza nella società di consegne cibo con sede a Londra, Deliveroo. L’accordo è stato liquidato provvisoriamente in aprile, con la CMA che ha dichiarato che la pandemia stava danneggiando i ricavi di Deliveroo e che la società poteva fallire senza gli investimenti da parte del colosso dell’e-commerce. Una sentenza definitiva è ora prevista per il 6 agosto.

Grandi numeri

600 milioni. E’ il numero di ordini annuali di delivery a domicilio che la nuova società dovrebbe soddisfare in un anno, con un totale di 70 milioni di clienti.