Seguici su
Investimenti 1 Luglio, 2020 @ 6:28

Perché Wall Street inizia a preoccuparsi di una presidenza Biden

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Articolo di Sergei Klebnikov apparso su Forbes.com

Con Joe Biden che continua a crescere nei sondaggi, i manager di Wall Street si stanno preparando per un potenziale scenario in cui il candidato democratico diventerà il Presidente degli Stati Uniti – con alcune case d’investimento che stanno avvertendo i clienti che il mercato azionario potrebbe subire una contrazione.

Fatti chiave

  • L’ex vicepresidente ha un vantaggio di 10 punti rispetto all’attuale presidente, secondo una media dei sondaggi nazionali di RealClearPolitics e ha conquistato la leadership in Stati indecisi come Wisconsin, Pennsylvania, Florida e Michigan.
  • Biden ha persino superato Trump nella raccolta fondi il mese scorso, mentre la fiducia dei cittadini su Trump, a causa delle conseguenze economiche della pandemia di coronavirus, è precipitata al 39% , vicino ai livelli più bassi della sua presidenza, secondo Gallup.
  • La principale preoccupazione per Wall Street se Trump non vincerà le elezioni è la probabilità di imposte più pesanti per le aziende: a dicembre 2019, Biden si è impegnato a eliminare le norme sulla riduzione delle tasse firmata da Trump, che ha aumentato notevolmente i profitti delle società.
  • Mentre spesso esprimono opinioni più moderate in pubblico, molti ricchi dirigenti e investitori hanno sostenuto privatamente Trump per i suoi tagli alle tasse e le sue sburocratizzazioni. Ora alcuni orasi preparano per una presidenza Biden, ed è un notevole cambiamento di toni per Wall Street.
  • Gran parte dell’impatto delle elezioni sul mercato azionario dipenderà dal fatto che i repubblicani mantengano il controllo del Senato, poiché i democratici avrebbero quindi meno probabilità di attuare importanti cambiamenti economici.
  • Alcuni dirigenti e analisti finanziari avvertono che se i democratici ottenessero la Casa Bianca e il Senato a novembre, un aumento delle regolamentazioni e tasse più alte sarebbero dannose per le imprese e potrebbero avere un impatto negativo sul mercato azionario.
  • “Se come sembra il Senato rimarrà repubblicano, dovremmo preoccuparci meno in termini di cambiamenti politici”, ha detto a CNBC Liz Ann Sonders, a capo delle strategie degli investimenti di Charles Schwab.

Il punto cruciale

I numeri dei sondaggi per Trump sono “cupi, non importa come li guardi”, afferma Adam Crisafulli, fondatore di Vital Knowledge. Ma i mercati “al momento non sono troppo concentrati su questo problema”, afferma: “Parte di questo è ciò che è avvenuto nel 2016, quando i sondaggi segnalavano una sconfitta di Trump per la maggior parte dell’anno (anche se il vantaggio di Biden ora è molto più consistente di quello della Clinton nello stesso periodo del 2016). ” Il mercato azionario ipotizza inoltre che il panorama economico potrebbe essere molto diverso al momento delle elezioni, afferma Crisafulli, con “un migliore contesto covid, un possibile vaccino, più stimoli, una migliore crescita (e una minore disoccupazione)”, tutti probabili fattori da tradurre in sondaggi migliori per per Trump.

Crucial quote

“In caso di una vittoria repubblicana è più probabile che si continui con l’attuale politica fiscale e sull’andamento della spesa in deficit”, hanno detto gli analisti di Morgan Stanley in una nota recente. Grandi aziende come Goldman Sachs avvertono che una vittoria democratica potrebbe rappresentare un rischio per la redditività e i dividendi, che porterebbe a una discesa dei guadagni per azione dello S&P500 nel 2021. Altre società, come Credit Suisse, credono che tasse più elevate rappresenterebbero un vento contrario per i mercati, ma altre politiche democratiche “rimarrebbero probabilmente favorevoli all’economia”.

Fatti sorprendenti

Secondo un recente sondaggio di RBC Capital Markets, la maggior parte dei clienti della banca crede ancora che la rielezione di Trump sia positiva per il mercato, con il 60% che afferma che una presidenza Biden avrebbe un impatto negativo sulle azioni.

Contesto di fondo

Sebbene Biden fosse uno dei preferiti di Bernie Sanders nelle primarie democratiche, Trump era ancora considerato il favorito delle elezioni generali fino al 2020. Ma dall’inizio della pandemia di coronavirus, decine di milioni di americani hanno perso il lavoro e molte aziende sono rimaste chiuse. Di fronte alle critiche sulla risposta della sua amministrazione allo scoppio del virus, il sostegno di Trump tra gli elettori ha cominciato a diminuire negli ultimi mesi. Wall Street aveva già considerato la possibilità di una presidenza Biden, ma solo con l’ultima recente ondata di sondaggi il risultato ha iniziato a sembrare più probabile.

Leggi anche: Il flop di Bloomberg, perché non basta essere miliardari per vincere in politica

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!