Seguici su
Responsibility 3 Luglio, 2020 @ 2:05

Ferrari è la prima azienda italiana a garantire parità salariale tra uomini e donne

di Massimiliano Carrà

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Ferrari
John Elkann (Andrew Burton/Getty Images)

Ferrari è la prima azienda italiana ad ottenere il certificato di parità salariale per la parità di retribuzione tra uomini e donne con le stesse qualifiche e posizioni nella società. A renderlo noto è lo stesso Cavallino rampante in una nota ufficiale. “Questo riconoscimento – sottolinea Ferrari – attesta l’impegno dell’azienda a creare un ambiente di lavoro inclusivo e diversificato, promuovendo al contempo lo sviluppo della carriera per tutti”.

La certificazione di parità salariale è solo l’ultimo grande riconoscimento ottenuto in ordine di tempo dall’azienda di Maranello in questo 2020. Oltre ad aver garantito il suo sostegno nella lotta al Covid-19, Ferrari ha infatti ottenuto il titolo di “brand più solido al mondo”.

Ferrari riceve il certificato di parità salariale: i dettagli

La certificazione è stata rilasciata dalla Fondazione svizzera per la parità salariale e ha comportato uno studio completo della durata di otto mesi da parte della società di revisione internazionale PwC, utilizzando una metodologia riconosciuta dalla Commissione europea.

“Questo processo di certificazione – come evidenzia l’azienda presieduta da John Elkann  – includeva un’analisi statistica dettagliata dei livelli di compensazione che ha rivelato come il Cavallino Rampante sia una delle società europee che elimina con successo il divario retributivo di genere. Inoltre, è stata condotta un’indagine sulla gestione della Ferrari e sulle politiche di sviluppo delle risorse umane. Ai dipendenti è stato chiesto di completare sondaggi anonimi e partecipare a interviste individuali e focus group per discutere della loro percezione della cultura dell’azienda e dell’impegno per l’inclusione e la diversità”.

Infine, conclude Ferrari, “la certificazione della parità salariale è un’altra pietra miliare in un viaggio che ha visto le donne svolgere un ruolo sempre più importante all’interno dell’azienda. Dal 2016 al 2019, in particolare, le nostre dipendenti sono aumentate dall’11,5% al ​​14% della forza lavoro 4.285 (dati al 31 dicembre 2019). Le donne hanno gradualmente assunto sempre più responsabilità e posizioni di crescente importanza all’interno dell’azienda in questo periodo”.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!