Seguici su
Lifestyle 31 Luglio, 2020 @ 1:37

Dentro il primo luxury social store creato da Burberry in Cina

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda, viaggi, arte e nuove tendenze.Leggi di più dell'autore
chiudi
Burberry apre il primo luxury social store in Cina a Shenzhen
(Courtesy Burberry)

Oggi, 31 luglio, debutta il primo luxury social store firmato Burberry. La location è quella del centro tecnologico di Shenzhen, in Cina, e per la sua progettazione il marchio guidato alla creatività da Riccardo Tisci si è affidato alla multinazionale Tencent. L’obiettivo del concept è chiaro: fare interagire retail fisico e virtuale all’interno di uno spazio dove i clienti possano conoscere l’universo Burberry anche attraverso i social media, vivendo quindi un’esperienza interattiva ed altamente tecnologica.

“Burberry è sempre stata un brand innovativo, fondato sulla convinzione che la creatività abbia il potere di aprire gli spazi. Testiamo nuove idee e spingiamo i confini di ciò che è possibile. Decisi a innovare l’ambito social e retail, abbiamo scelto la Cina come luogo più adatto dove trovare i clienti di prodotti di lusso più esperti di tecnologia digitale. Insieme a Tencent abbiamo aperto la strada a un nuovo concetto che ridefinirà le aspettative del retail di lusso”, ha sottolineato Marco Gobbetti, ceo di Burberry.

In collaborazione con Tencent, Burberry ha sviluppato un mini programma personalizzato, che prende vita nel negozio attraverso contenuti esclusivi ed esperienze personalizzate che possono essere sbloccate tramite WeChat offrendo una experience virtuale del tutto nuova. Attraverso il programma, ad esempio, i clienti possono accedere a un tour del negozio e conoscere i prodotti più iconici del brand reinterpretati da Riccardo Tisci tra cui i trench coat Thomas Burberry Monogram, Nature e Burberry Animal Kingdom. Senza dimenticare una serie di servizi dedicati, prenotazioni per appuntamenti in negozio, eventi e prenotazioni al Thomas’s Cafe, la caffetteria dello store, che prende il nome dal fondatore della casa di moda, Thomas Burberry: uno spazio ispirato ai codici estetici di Tisci tra interni beige, tende a strati e specchi smussati. Il menu, infine, si può trasformare nell’ennesima esperienza virtuale, potendo cambiare nel caso in cui i clienti decidano di interagire con il mini programma WeChat. Ma non è finita qui perché, sempre tramite il programma, è possibile guadagnare premi attraverso la funzione di valuta sociale Burberry, sbloccando contenuti esclusivi ed esperienze personalizzate; a ciascun cliente viene inoltre assegnato un avatar animale che evolvendosi a ogni attività social o in store, consentirà di sbloccare nuovi personaggi e prodotti e vincere premi.

Con una superficie di 539 metri quadrati e 10 sale, lo store applica inoltre codici Qr a tutti i prodotti, collegati quindi a schermi digitali: la scansione del codice sblocca contenuti aggiuntivi e storytelling, contribuendo alla creazione di ulteriore valuta social. Un’esperienza surreale sin da quando si varca la soglia del negozio insomma, dove una vetrina interattiva, che risponde ai movimenti del corpo, mostra una scultura vivente ispirata alla passerella di specchi Memories, la stessa della sfilata Burberry autunno inverno 2020/2021. Selfie assicurato.

“Sono affascinato dall’equilibrio tra natura e tecnologia. Il negozio esplora questa relazione fondendo il regno digitale e quello fisico in un nuovo entusiasmante concetto. Attraverso tutti gli elementi del negozio ho voluto dare vita al mio amore per l’outdor: al Caffè con le stampe Burberry Animal kingdom, nella trench experience completamente immersiva e anche nei piccoli dettagli dei materiali di design”, ha detto Riccardo Tisci.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!