Seguici su
Classifiche 9 Settembre, 2020 @ 10:35

I più ricchi gestori di hedge fund presenti nella classifica Forbes 400

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

 

hedge fund, fondi speculativi, gli uomini più ricchi
Ray Dalio (Photo by Kimberly White – Getty Images)

Articolo di Jonathan Ponciano apparso su Forbes.com

I 25 uomini della classifica Forbes 400 che hanno fatto fortuna con gli hedge fund hanno un patrimonio complessivo di 185 miliardi di dollari, in aumento di 2,8 miliardi di dollari rispetto allo scorso anno. Questo rappresenta un dato molto importante, visto che gli hedge fund hanno molto sofferto nella prima parte del 2020, tant’è che, secondo un’analisi di Hedge Fund Research, hanno perso in media una percentuale record del 7,9%.

Il numero totale degli hedge funders presenti nella classifica Forbes 400 è rimasto stabile a 25, tuttavia Henry Laufer di Renaissance Technologies non è più presente e il fondatore e ceo di Pershing Square Capital Management William Ackman è tornato nell’elenco dopo un’assenza di quattro anni.

Rispetto all’elenco del 2019, 11 sono diventati più ricchi, 7 sono in calo e 6 sono rimasti stabili. Tuttavia, le loro prestazioni impallidiscono rispetto ad alcuni magnati della tecnologia che sono diventati più ricchi di decine miliardi di dollari in più rispetto allo scorso anno. Jeff Bezos ne è un esempio: il suo patrimonio netto è cresciuto del 57% rispetto alla classifica The Forbes 400 del 2019.

I gestori di fondi speculativi più ricchi

Tra tutti i gestori di fondi speculativi presenti nella classifica Forbes 400, colui che ha messo a segno il guadagno più alto è il più giovane gestore di hedge fund: Chase Coleman. Il fondatore 45enne della Tiger Global Management con sede a New York, secondo quanto calcolato da Forbes, ha infatti un patrimonio di 6,9 ​​miliardi di dollari, 2,4 miliardi di dollari in più di un anno fa.

Il portafoglio azionario della sua azienda è aumentato di oltre il 36% nella prima metà di quest’anno grazie in gran parte alle scommesse da un miliardo di dollari su aziende in forte espansione durante la pandemia, come i rivenditori online JD.com, Amazon e Alibaba, nonché i big tecnologici Microsoft e Facebook. Tiger Global ha chiuso il 2019 gestendo circa 40 miliardi di dollari di asset.

Il gestore di fondi speculativi più ricco è Jim Simons, un ex professore di matematica e fondatore della società di trading quantitativo Renaissance Technologies. Simons, 82 anni, è andato in pensione dieci anni fa, ma rimane co-presidente di Renaissance, insieme a suo figlio Nathaniel. Il suo patrimonio è cresciuto di circa 1,5 miliardi di dollari dallo scorso anno a 23,5 miliardi di dollari. Renaissance Technologies gestisce ora circa 80 miliardi di dollari.

Altri gestori di fondi speculativi hanno avuto difficoltà. La storica Bridgewater Associates di Ray Dalio ha registrato un calo delle attività del 18% nei primi quattro mesi del 2020; i suoi fondi di punta sono scesi del 14% fino a giugno, nonostante una più ampia ripresa del mercato. Con il crollo dei mercati a marzo, Dalio ha scritto in un post su LinkedIn: “Di recente ho commesso il doloroso errore di non avere un piano di gioco ben congegnato per affrontare le pandemie… L’impatto sulla salute, sull’economia e sul mercato del coronavirus lo farà essere molto più grande di quanto la maggior parte delle persone ora creda”. Con 16,9 miliardi di dollari, Dalio ha perso 1,8 miliardi di dollari rispetto allo scorso anno.

Per determinare il patrimonio netto dei gestori e dei trader di fondi speculativi, Forbes ha esaminato i rendimenti degli hedge fund nonché le commissioni e la struttura proprietaria di una vasta gamma di società di gestione del denaro per stimare i guadagni e la crescita della liquidità. Sono stati presi a riferimento anche altri beni di proprietà di gestori di hedge fund, come jet privati, yacht e collezioni d’arte.

I 25 gestori più ricchi

  1. Jim Simons
    Posizione nella classifica Forbes 400: 23ª
    Patrimonio netto 2020: 23,5 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 21,6 miliardi di dollari
  2. Ray Dalio
    Posizione nella classifica Forbes 400: 29ª
    Patrimonio netto 2020: 16,9 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 18,7 miliardi di dollari
  3. Ken Griffin
    Posizione nella classifica Forbes 400: 34ª
    Patrimonio netto 2020: 15 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 12,7 miliardi di dollari
  4. Steve Cohen
    Posizione nella classifica Forbes 400: 36ª
    Patrimonio netto 2020: 14,5 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 13,6 miliardi di dollari
  5. Carl Icahn
    Posizione nella classifica Forbes 400: 39ª
    Patrimonio netto 2020: 14 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 17,6 miliardi di dollari
  6. David Tepper
    Posizione nella classifica Forbes 400: 41ª
    Patrimonio netto 2020: 13 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 12 miliardi di dollari
  7. George Soros
    Posizione nella classifica Forbes 400: 56ª
    Patrimonio netto 2020: 8,6 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 8,6 miliardi di dollari
  8. Israel Englander
    Posizione nella classifica Forbes 400: 74ª
    Patrimonio netto 2020: 7,2 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 6,6 miliardi di dollari
  9. Chase Coleman
    Posizione nella classifica Forbes 400: 85ª
    Patrimonio netto 2020: 6,9 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 4,5 miliardi di dollari
  10. John Overdeck
    Posizione nella classifica Forbes 400: 95ª
    Patrimonio netto 2020: 6,5 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 6,1 miliardi di dollari
  11. David Siegel
    Posizione nella classifica Forbes 400: 95ª
    Patrimonio netto 2020: 6,5 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 6,1 miliardi di dollari
  12. David Slaw
    Posizione nella classifica Forbes 400: 95ª
    Patrimonio netto 2020: 6,5 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 7,3 miliardi di dollari
  13. Paul Tudor Jones
    Posizione nella classifica Forbes 400: 108ª
    Patrimonio netto 2020: 5,8 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 5 miliardi di dollari
  14. Bruce Kovner
    Posizione nella classifica Forbes 400: 123ª
    Patrimonio netto 2020: 5,5 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 5,5 miliardi di dollari
  15. Stanley Druckenmiller
    Posizione nella classifica Forbes 400: 167ª
    Patrimonio netto 2020: 4,4 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 4,7 miliardi di dollari
  16. Julian Robertson
    Posizione nella classifica Forbes 400: 170ª
    Patrimonio netto 2020: 4,3 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 4,4 miliardi di dollari
  17. John Paulson
    Posizione nella classifica Forbes 400: 177ª
    Patrimonio netto 2020: 4,2 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 4,2 miliardi di dollari
  18. Paul Singer
    Posizione nella classifica Forbes 400: 222ª
    Patrimonio netto 2020: 3,6 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 3,5 miliardi di dollari
  19. John Arnold
    Posizione nella classifica Forbes 400: 249ª
    Patrimonio netto 2020: 3,3 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 3,3 miliardi di dollari
  20. Daniel Och
    Posizione nella classifica Forbes 400: 260ª
    Patrimonio netto 2020: 3,2 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 3,2 miliardi di dollari
  21. Daniel Loeb
    Posizione nella classifica Forbes 400: 295ª
    Patrimonio netto 2020: 2,9 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 2,8 miliardi di dollari
  22. Stephen Mandel
    Posizione nella classifica Forbes 400: 299ª
    Patrimonio netto 2020: 2,8 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 2,8 miliardi di dollari
  23. Leon G. Coperman
    Posizione nella classifica Forbes 400: 339ª
    Patrimonio netto 2020: 2,5 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 3,2 miliardi di dollari
  24. Noam Gottesman
    Posizione nella classifica Forbes 400: 359ª
    Patrimonio netto 2020: 2,3 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 3,1 miliardi di dollari
  25. William Ackman
    Posizione nella classifica Forbes 400: 391ª
    Patrimonio netto 2020: 2,1 miliardi di dollari
    Patrimonio netto 2019: 1,1 miliardi di dollari

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!