Seguici su
Lifestyle 12 Novembre, 2020 @ 4:21

Svelata la SF90 Spider, la Ferrari cabrio più potente di sempre

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Ferrari SF90 Spider
La nuova Ferrari SF90 Spider

È la prima spider ibrida plug-in Ferrari, la supercar di gamma a tetto aperto più potente nella storia della casa di Maranello. In un evento digitale dedicato, il Cavallino rampante ha presentato la nuova SF90 Spider. È la versione cabrio della SF90 Stradale, di cui eredita l’impostazione e a cui aggiunge l’ultima versione del tetto rigido ripiegabile.

Le prestazioni pongono la SF90 come un punto di riferimento per le spider di serie. Il turbo da 780 cv è affiancato da tre motori elettrici (uno al posteriore, due sull’assale anteriore). La potenza massima disponibile arriva così a 1000 cv. I flussi di energia vengono gestiti in base alle condizioni di utilizzo. La power unit può essere impostata in quattro diverse modalità: eDrive, hybrid, performance e qualify, selezionabili tramite il nuovo eManettino. Come la SF90 Stradale, la SF90 Spider è dotata di trazione integrale on-demand, che consente di passare da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi e da 0 a 200 in 7.

Ferrari SF90 Spider: interni
Gli interni della SF90 Spider

La logica di gestione del controllo dinamico della macchina, ora chiamata eSSC, è stata potenziata. Il sistema verifica in ogni momento le condizioni del veicolo e ne controlla stabilità di marcia e motori elettrici. L’obiettivo è di migliorare la trazione in uscita di curva, per consentire al guidatore di raggiungere i limiti del mezzo in sicurezza.

Il progetto della SF90 Spider è estremo dal punto di vista aerodinamico, con soluzioni prese a prestito anche dall’esperienza in Formula 1 di Ferrari. Tra le novità introdotte, lo shut-off Gurney, sistema attivo sul posteriore in grado di adattarsi alle condizioni di guida, e il nuovo cerchio forgiato con profili alari.

Il design ricalca quello della SF90 stradale, riuscendo a mantenere la visibilità del motore attraverso il lunotto malgrado la presenza del tetto. Quanto agli interni, il Cavallino ha rinnovato l’interfaccia uomo-macchina. I controlli touch permettono di controllare i diversi aspetti della vettura senza staccare le mani dal volante. Il cluster centrale è al 100% digitale ed è munito di schermo curvo ad alta definizione da 16’’, anch’esso configurabile attraverso il volante.

Ferrari SF90 Spider
La SF90 Spider “Assetto Fiorano”

Come tutte le altre spider di Maranello, anche la SF90 è fornita di tetto rigido a scomparsa Rht (Retractable Hard Top), tratto distintivo sin dal 2011. La soluzione, che sfrutta l’alluminio per risparmiare circa 40 kg rispetto ai tetti rigidi tradizionali, garantisce isolamento termico e acustico in configurazione coperta e assenza di deformazioni alle alte velocità.

Ferrari offre anche la possibilità di richiedere un allestimento specifico per i clienti che intendono estremizzare l’impostazione da gara: l’assetto Fiorano. Una configurazione che prevede l’utilizzo di diverse soluzioni, in parte mutuate dall’esperienza del Cavallino nelle competizioni, e di materiali che permettono anche di alleggerire la vettura di 21 kg. Oltre a una livrea bicolore opzionale che avvicina ancora di più la SF90 Spider a un’auto da corsa.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!