Lo scienziato del Mit Bob Langer è ora miliardario grazie a Moderna

Robert Langer ha un patrimonio superiore al miliardo di dollari grazie alle sue azioni in Moderna.
Share
Robert Langer
Robert Langer ha un patrimonio superiore al miliardo di dollari grazie alle sue azioni in Moderna.

Articolo di Giacomo Tognini apparso su Forbes.com

Per la terza volta quest’anno, un aumento del prezzo delle azioni di Moderna, società biotecnologica con sede a Cambridge, nel Massachusetts, ha fatto nascere un nuovo miliardario. L’ultimo arrivato nel club è Robert Langer, professore di ingegneria chimica al Mit e prolifico scienziato con più di 1.000 brevetti. La sua partecipazione del 3% nella società vale ora più di 1 miliardo di dollari.

Le azioni di Moderna sono aumentate di quasi il 7% giovedì, il giorno dopo che la società ha annunciato di aver raccolto dati sufficienti dalle prove di fase tre del suo vaccino Covid-19 da sottoporre a un consiglio indipendente per l’analisi. La notizia è arrivata tre giorni dopo che la Pfizer ha rilasciato risultati positivi dalle prove del proprio vaccino Covid-19, sviluppato con la società biotecnologica tedesca BionTech, che utilizza una tecnologia Rna messaggero simile a quella utilizzata da Moderna.

Forbes stima che Langer valga circa $ 1,1 miliardi, con la sua fortuna in gran parte costituita dalle sue azioni Moderna e da partecipazioni minori in startup biotecnologiche quotate in borsa tra cui Frequency Therapeutics, SQZ Biotechnologies e Lyra Therapeutics. Segue le orme del ceo di Moderna, Stéphane Bancel, che ha un patrimonio netto di 2,7 miliardi di dollari, e del collega professore e investitore biotech Timothy Springer, 1,5 miliardi di dollari, che ha superato la soglia del miliardo di dollari quando il prezzo delle azioni di Moderna è salito alle stelle tra aprile e maggio.

“Ho avuto il privilegio di collaborare con Moderna sin dai suoi primi giorni”, ha detto Langer in una dichiarazione inviata via email a Forbes. “All’inizio sono stato ispirato dalla promessa dell’Rna messaggero come potenziale base per una piattaforma trasformativa per nuovi farmaci e vaccini. La promessa si sta sicuramente realizzando”.

È una decisione che ha fruttato bene allo scienziato: le azioni di Moderna sono aumentate di oltre il 390% dall’inizio dell’anno. Langer è entrato a far parte del Mit come professore di biochimica nutrizionale nel 1978 e in seguito ha fondato il Langer Lab nel dipartimento di ingegneria chimica dell’università, che guida ancora oggi. Il primo investitore in Moderna – che ha sede dall’altra parte della strada rispetto all’ufficio di Langer, a Cambridge – è lui stesso un laureato del Mit, dopo aver conseguito un dottorato in ingegneria chimica nel 1974 e la laurea alla Cornell.

Oltre a possedere una fortuna a dieci cifre, è anche un pluripremiato; si stima sia l’ingegnere più citato della storia, con oltre 320.000 citazioni su Google Scholar e più di 1.500 articoli pubblicati. I suoi studenti post-dottorato al Langer Lab hanno continuato a lanciare aziende biotech – come SQZ Biotechnologies e Frequency Therapeutics, in cui Langer possiede quote – con lo stesso Langer che le assiste nel ruolo di investitore e membro del consiglio.

L’investimento di Langer in Moderna è finora la sua scommessa più redditizia – e il professore non ha mai esitato nella sua convinzione che le idee dell’azienda potessero avere successo. “Al di là della promessa della piattaforma tecnologica di Moderna, sono anche rimasto impressionato dalla sua leadership e dal personale impegnato”, ha affermato. “Tanto che non ho venduto una sola quota delle azioni Moderna dalla fondazione dell’azienda”.