Seguici su
Leader 7 Gennaio, 2021 @ 10:18

Dopo la rivolta a Capitol Hill, si discute della rimozione di Trump come presidente

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Donald Trump potrebbe essere rimosso invocando il 25° emendamento
(Photo by Joe Raedle/Getty Images)

Ieri il cuore della democrazia ha subito un attacco che passerà alla storia: la frangia estremista dei sostenitori del presidente americano uscente Donald Trump ha fatto irruzione a Capitol Hill mentre il Congresso si accingeva a certificare la vittoria di Joe Biden. A seguito di questo assalto che ha lasciato attonito il mondo intero si discute sulla possibilità di rimuovere Trump dal suo incarico per i prossimi giorni che ci separano dalla proclamazione ufficiale di Biden prevista per il 20 di gennaio. Su Forbes.com un focus sulla questione.

Articolo di Nicholas Reimann su Forbes.com

Alcuni dei segretari di Gabinetto del presidente Donald Trump stanno discutendo se invocare una sezione del 25° emendamento per spogliare Trump dei suoi poteri e mettere il vicepresidente Mike Pence a capo dell’esecutivo, secondo diversi fonti, dopo che ieri il caos ha preso possesso di Washington quando i sostenitori di Trump hanno invaso violentemente il Campidoglio degli Stati Uniti.

Aspetti principali

  • Nessuna proposta formale è stata ancora inviata a Mike Pence, secondo CBS News , e la CNN ha riferito che non è chiaro se ci sia abbastanza sostegno nel governo per forzare la rimozione del presidente.
  • Secondo la sezione 4 del 25° emendamento, se il vicepresidente e la maggioranza del Gabinetto concordano che il presidente è “incapace di adempiere ai poteri e ai doveri del suo ufficio”, Mike Pence assumerebbe immediatamente il ruolo di presidente ad interim.
  • Mike Pence manterrebbe probabilmente il ruolo anche se Donald Trump tentasse di riprendere il potere affermando per iscritto al presidente pro tempore del Senato e al presidente della Camera che è idoneo a ricoprire la carica.
  • Il vicepresidente e la maggioranza del Gabinetto possono quindi formalmente opporsi alla richiesta del presidente, mantenendo il potere con il vice presidente, secondo gli studiosi di diritto Brian C. Kalt e David Pozen.
  • Il Congresso avrebbe quindi 48 ore per riunirsi e 21 giorni per decidere se privare definitivamente il presidente dei suoi poteri, il che richiederebbe una maggioranza di almeno due terzi dei voti di entrambe le camere.

Fatto sorprendente

La quarta sezione del 25° emendamento, che tratta della successione presidenziale, non è mai stata utilizzata da quando l’emendamento è stato adottato nel 1967. L’ex senatore statunitense Birch Bayh (D-Ind.), che è stato lo sponsor principale del 25° emendamento nel Senato, ha scritto che la Sezione 4 è stata pensata per essere utilizzata se il presidente si fosse dimostrato come una  ‘nutty as a fruit cake’ (che si traduce come pazzo, folle, ndr)

A cosa riporre attenzione

Mercoledì sono aumentate le richieste per invocare il 25° emendamento, anche da parte di alcuni repubblicani. Jay Timmons, un ex funzionario del GOP che ora guida la National Association of Manufacturers – la più grande organizzazione di commercio industriale della nazione – ha suggerito mercoledì stesso a Mike Pence a al governo di usare il 25° emendamento per rimuovere Trump dall’incarico.

Contesto

Il Campidoglio è stato il luogo del caos mercoledì dopo che i sostenitori di Donald Trump hanno fatto irruzione davanti alla polizia, facendosi strada all’interno dell’edificio mentre il Congresso stava deliberando sulla certificazione del Collegio elettorale per nominare ufficialmente il presidente eletto Joe Biden come 46° presidente degli Stati Uniti.

 

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!