Da UniCredit a una spac con Arnault. La nuova vita di Jean-Pierre Mustier

Jean Pierre Mustier e Bernard Arnault, Pegasus Europe
Share

Jean-Pierre Mustier non perde tempo e dopo l’addio ad UniCredit mette a segno un’altra operazione da protagonista: una spac (un veicolo di investimento il cui unico scopo è quello di raccogliere capitale attraverso un’ipo) che si concentrerà sulle attività europee legate ai servizi finanziari, con un focus primario sulle piattaforme scalabili che offrono forti potenziale di crescita dei profitti.

Ridenominata Pegasus Europe, come rivela il Financial Times in un’intervista proprio a Mustier, la spac europea vedrà il supporto di altri attori di lusso – anche nel vero senso della parola – nel mondo della finanza. Infatti, oltre ad essere promossa dalla società di investimento Tikehau Capital, sarà supportata anche da Financière Agache, la holding controllata dal gruppo Lvmh del miliardario Bernard Arnault. Ma non è tutto.

Come si legge in una nota ufficiale di Tikehau Capital, Pegasus Europe non avrà un solo comandante, bensì due. Accanto a Jean-Pierre Mustier, ci sarà anche un suo ex “collega” italiano con cui ha lavorato a stretto contatto quando era l’ad della banca di Piazza Gae Aulenti: Diego De Giorgi, membro del Consiglio di Amministrazione e del Comitato Remunerazione di UniCredit e già co-head, sole head mondiale dell’investment banking di Bank of America Merril Linch.

“L’Europa ha bisogno di più capitale di crescita per sostenere le aziende e la Spac può essere lo strumento mancante tra una ipo tradizionale e il finanziamento di private equity”, ha detto Mustier al Financial Times. “Non si tratta solo di un affare veloce. Possiamo offrire investimenti e partnership a lungo termine con la nostra esperienza”.

Mustier, De Giorgi e il ruolo di Pegasus Europe

Operativamente parlando, grazie all’esperienza dei due banchieri più esperti d’Europa – così definisce Tikehau Capital Mustier e De Giorgi – gli obiettivi di Pegasus Europe saranno allineati a quattro aree di servizi finanziari che stanno affrontando un’importante fase di accelerazione e trasformazione: piattaforme di gestione di asset tradizionali e alternativi; società di tecnologie finanziarie innovative; servizi assicurativi e finanziari diversificati; società di servizi con solide proposte di clienti in segmenti interessanti

I quattro protagonisti, Mustier, De Giorgi, Tikehau Capital e Financiére Agache acquisteranno almeno il 10% dell’ipo di Pegasus Europe, che sarà quotata – come scrive il FT – sulla borsa di Amsterdam.

Infine, una curiosità: non è la prima volta che i quattro partner collaborano insieme. Un’affiliata della Financière Agache è azionista di Tikehau Capital da 15 anni; Jean-Pierre Mustier è stato partner di Tikehau Capital da gennaio 2015 a luglio 2016 e ha lavorato a stretto contatto con Diego De Giorgi sulle fusioni, acquisizioni e transazioni sui mercati dei capitali per oltre un decennio.