La Finlandia si conferma il paese più felice del mondo. L’Italia sale al 25° posto

Helsinki, capitale della Finlandia. (Getty Images)
Share

La Finlandia si conferma ancora una volta il paese più felice del mondo. Lo dice il nuovo World Happiness Report 2021, pubblicato dal Development Solutions Network e curato da sei professori di alcune delle più illustri università di tutto il mondo, dalla University of British Columbia all’Università di Oxford.

Realizzato grazie ai dati del Gallup World Poll, del World Risk Poll della Lloyd’s Register Foundation e ai dati sulla soddisfazione della vita, raccolti durante il 2020 come parte del Covid Data Hub, il World Happiness Report 2021, a differenza degli altri anni, ha dovuto affrontare una sfida unica nel tentativo di capire quale effetto ha avuto la pandemia sul benessere soggettivo e viceversa, spiega la nota ufficiale rilasciata in occasione del report. “Abbiamo urgente bisogno di imparare dal Covid-19”, ha dichiarato il professore Jeffrey Sachs. “La pandemia ci ricorda le nostre minacce ambientali globali, l’urgente necessità di cooperare e le difficoltà di raggiungere la cooperazione in ogni paese e nel mondo. Il report ci ricorda che dobbiamo mirare al benessere piuttosto che alla semplice ricchezza, che sarà davvero fugace se non facciamo un lavoro migliore nell’affrontare le sfide dello sviluppo sostenibile”.

E se non sorprende che la Finlandia sia il paese più felice del mondo, visto che nelle edizioni precedenti si è sempre piazzata nei gradini più altri, dall’altra parte il report evidenzia che, nonostante la pandemia, in media non si è assistito a un calo del benessere se misurato dalla valutazione di soddisfazione di vita fornita dalle persone. “Una possibile spiegazione è che le persone vedono il Covid-19 come una minaccia esterna comune che colpisce tutti e che questo ha generato un maggiore senso di solidarietà e amicizia”, ha sottolineato il professor John Helliwell.

Di contro, la salute mentale è stata senza dubbio quella più colpita dal Covid-19 e dai vari lockdown, anche se le stime variano in base al paese e alla misurazioni effettuate. Tuttavia, secondo gli studi del report, nel Regno Unito, a maggio 2020, l’indicatore che misure la salute mentale era in discesa del 7,7% rispetto a quanto previsto in assenza della pandemia. Inoltre, il numero di problemi segnalati era superiore del 47%.

Italia fuori dalla top 20 dei paesi più felici al mondo

Stilata grazie a una serie di indicatori tradizionali e non, come l’aspettativa di vita, il tasso di disoccupazione, o la fiducia nei confronti della propria comunità, la classifica dei paesi più felici del mondo vede primeggiare la Finlandia soprattutto per la grande fiducia reciproca che contraddistingue i finlandesi. Aspetto che, inevitabilmente, ha permesso al paese nordico di salvaguardare il benessere dei propri cittadini, anche in un momento critico come la pandemia da Covid-19.

E se il nord Europa si conferma la terra della felicità, visto che nei primi 10 posti troviamo anche Islanda, Danimarca, Islanda, Svezia e Norvegia, l’Italia invece si piazza fuori dalla top 20, al 25esimo posto. Un risultato comunque positivo, perché nonostante il Covid-19 il nostro Paese è riuscito a conquistare tre posizioni rispetto all’anno precedente.

La top 20

  1. Finlandia
  2. Islanda
  3. Danimarca
  4. Svizzera
  5. Olanda
  6. Svezia
  7. Germania
  8. Norvegia
  9. Nuova Zelanda
  10. Austria
  11. Israele
  12. Australia
  13. Irlanda
  14. Stati Uniti
  15. Canada
  16. Repubblica Ceca
  17. Belgio
  18. Regno Unito
  19. Taiwan
  20. Francia

Qui la classifica completa