Domino’s sta testando il robo-delivery per la pizza negli Stati Uniti

Share

Articolo di Alan Ohnsman apparso su Forbes.com

Domino’s e Nuro stanno dando il via a un robot per la consegna della pizza a Houston questa settimana, offrendo ai clienti la possibilità di ricevere ordini dai piccoli veicoli dello sviluppatore tecnologico di guida autonoma della Silicon Valley, che assomigliano un po ‘a tostapane su quattro ruote.

Il programma coinvolge un solo negozio Domino’s, situato nel quartiere Woodland Heights di Houston, ed è aperto a un numero limitato di clienti che effettuano ordini prepagati online, hanno comunicato le società. Le persone che scelgono di ricevere una consegna tramite un veicolo robotico Nuro R2 riceveranno aggiornamenti sull’ordine e un numero di codice univoco per sbloccare e recuperare la loro pizza da un vano portaoggetti quando arriva.

“C’è ancora così tanto da imparare per il nostro marchio nel settore delle consegne autonome”, ha detto Dennis Maloney, vicepresidente senior e chief innovation officer di Domino’s. “Questo programma ci consentirà di comprendere meglio come i clienti rispondono alle consegne, come interagiscono con il robot e come influisce sulle operazioni del negozio”.

La partnership di Nuro con Domino’s per la consegna della pizza segue i precedenti progetti pilota di Mount View, società con sede in California, con Walmart, Kroger e CVS. Fondata da due ex membri del progetto di auto a guida autonoma di Google, Nuro è anche tra gli sviluppatori di tecnologia autonoma meglio finanziati, dopo che si è assicurato $ 500 milioni in un round di finanziamento annunciato il mese scorso in aggiunta a un round $ 940 milioni guidato da Softbank e Greylock Management.

A differenza dei programmi tecnologici a guida autonoma competitor Waymo di Alphabet e Cruise sponsorizzato da GM, Nuro si concentra esclusivamente sulle consegne e sulla logistica, piuttosto che sui robotaxi. Il suo veicolo elettrico R2, progettato per trasportare pacchi, generi alimentari e ordinazioni, è circa la metà delle dimensioni di un’auto convenzionale e viaggia a velocità relativamente bassa. È stato il primo veicolo senza conducente a ricevere l’approvazione degli Stati Uniti per circolare su strade pubbliche senza i comandi di guida convenzionali, come il volante, i pedali del freno e dell’acceleratore.

“Siamo entusiasti di presentare i nostri robot di consegna autonomi a un gruppo selezionato di clienti Domino a Houston”, ha affermato Dave Ferguson, cofondatore e presidente di Nuro. “Non vediamo l’ora di vedere cosa ne pensano”.

Domino’s afferma di essere la più grande azienda di pizza al mondo per vendite al dettaglio e ha più di 17.600 negozi in tutto il mondo.