Maxx Mereghetti lancia un token per premiare i suoi aspiranti trader

maxx mereghetti trader
Share

Premiare la fiducia dei propri studenti e dei propri iscritti, offrendogli servizi innovativi e digitali. È con questo scopo che il trader italiano Maxx Mereghetti ha dato vita a Maxx Token, il primo e il più grande programma di reward e loyalty al mondo nel settore della formazione sul trading online.

Lanciato a marzo 2021 e realizzato attraverso la creazione di un token utility, il Maxx Token si appoggia alla blockchain di Ethereum e nasce con lo scopo di premiare tutti quei aspiranti trader entrati nel mondo di Ideas Incubator, l’incubatore fintech fondato e diretto proprio da Mereghetti che oltre a occuparsi di formazione nel mondo del trading online, è al tempo stesso una proprietary trading che investe sui suoi migliori studenti, partendo da un minimo di 50mila euro. Avvalendosi delle collaborazioni dei più importanti esperti nel mondo del trading, tra cui Arduino Schenato, Fabrizio Ferrero, Andrea Carosi.

Scaricabile gratuitamente (fino a esaurimento scorte) in Airdrop per tutti gli iscritti – passati, presenti e futuri – il token lanciato dal trader lombardo dà accesso a sconti, servizi e programmi speciali offerti proprio dalla società. Un vero e proprio programma di valorizzazione a 360 gradi che ha sostituito la possibilità, decisamente più conveniente per Ideas Incubator, di immettere sul mercato una ico che avrebbe potuto finanziare gli investimenti della società ma che non avrebbe permesso di condividere con studenti e trader i vantaggi del programma.

Il 2020 e il capitolo criptovalute

Guardando a ritroso, il Maxx Token è arrivato sulla scia di un 2020 molto positivo per la società di Maxx Mereghetti, che ha visto impennare le attività di trading. E l’operatività messa a segno, grazie anche all’apertura del conto da 1 milione di euro (avvenuta a dicembre 2019), ne è un chiaro esempio. Da qui, l’esigenza di dar vita a nuove collaborazioni e di aprirsi a prodotti sempre più specifici, in modo tale da poter ‘tradare’ ogni tipo di strumento. Tra l’altro, proprio in questa direzione, il team di Mereghetti ha lanciato cripto commando e si prepara a entrare nel mercato delle azioni, grazie anche al supporto stesso dei suoi studenti.

In merito al mercato delle criptovalute, il pensiero del trader italiano è abbastanza chiaro. “Deve essere monitorato, anche perché sta per essere normato a livello europeo. Quindi, anche se probabilmente andrà incontro a una bolla, come nel caso delle dotcom, si stabilizzerà e diventerà a tutti gli effetti un asset principale. E non è un caso se alcuni dei più grandi colossi al mondo, come Mastercard, PayPal, Visa o Facebook, hanno deciso di entrare a capofitto nel mondo delle criptovalute”, dichiara Maxx Mereghetti, che aggiunge: “Noi, per esempio, da quando abbiamo deciso di tradare le cripto, abbiamo realizzato performance positiva del 1188%”.