L’azienda italiana che ha puntato su Apple quando ancora nessuno la conosceva

Share

Un team di professionisti specializzati e l’intero ventaglio di certificazioni Apple a disposizione per la digitalizzazione delle imprese. Questo è quello che offre Med Group, società con sede a Macerata tra i principali attori del mercato IT italiano con i suoi 200 milioni di euro di fatturato registrati nel 2020.

Stefano Parcaroli, ceo di Med Group.

La storia di Med Group parte nel 1982, quando Sandro Parcaroli la fondò insieme alla moglie. “È stata una delle primissime aziende a occuparsi di Apple quando i suoi prodotti non erano ancora presenti in Italia se non importati direttamente dall’America”, ha spiegato Stefano Parcaroli, attuale ceo e figlio dei fondatori, “Mio padre stava finendo l’università di Ingegneria Elettronica quando ha compreso il grande potenziale di questi computer, che stavano diventando sempre più personal e non più i grandi mainframe come erano soliti essere in quel periodo”.

Negli anni, poi, l’azienda è cresciuta e si è occupata anche di altro, fino al punto di svolta, nel 2007, quando, sull’onda delle varie aperture degli Apple Store nel mondo ha deciso di abbracciare in maniera determinante il mondo del retail. “Dal 2008 mi sono trasferito definitivamente in azienda iniziando così la mia storia all’interno di Med Group”, prosegue l’attuale Ceo, “ad oggi siamo la prima realtà in Italia ad avere presenti nello stesso gruppo le certificazioni Apple Premium Reseller (per i clienti consumer), Apple Premium Service Provider (massimo riconoscimento per i centri assistenza autorizzati), Apple Authorised Education Specialist (per i clienti educational) ed Apple Authorized Reseller (per i clienti business)”.

L’azienda ora ha 22 negozi e diversi altri in via di apertura. Med Group ha investito negli ultimi quattro anni nel mondo dell’educational e dell’innovazione tecnologica. “Accanto a questo”, aggiunge Parcaroli, “c’è anche il mondo delle aziende, con una crescita nel settore consacrata dall’apertura della divisione Med Systems, interamente dedicata al mondo dell’Enterprise con certificazione Apple e che va a colmare la nostra offerta, fatta ovviamente non solo di negozi ma anche di assistenza, di sviluppo software dedicato alle aziende e di soluzioni finanziare, oltre alle soluzioni di copertura contro danni, la distribuzione centralizzata di devices e diverse soluzioni orizzontali e verticali”.

Emanuele Piersanti, general manager Med Systems.

Med Systems si posiziona come uno dei principali System Integrator in Italia in grado di offrire consulenza, progettazione, supporto pre e post vendita e formazione per guidare le medio-grandi imprese nel percorso di trasformazione digitale basata sui prodotti Apple. “Grazie al suo ecosistema, unito ai nostri servizi per la gestione dell’intero lifecycle dei dispositivi informatici”, spiega Emanuele Piersanti, general manager di Med Systems, “rendiamo possibile la distribuzione dei device aziendali, anche di intere flotte, direttamente a casa dei dipendenti. I dispositivi saranno consegnati già pronti, con tutte le policy aziendali e di sicurezza incluse, senza la necessità di pre-configurazione da parte dell’ufficio IT, pratica desueta e laboriosa. Tutto avviene in automatico, con la massima facilità e sicurezza. Un aspetto incredibilmente utile se pensiamo anche al crescente fenomeno dello smart working, che in questo periodo di emergenza pandemica è diventata formula imprescindibile a livello lavorativo; inoltre, grazie all’aiuto di un portale per la richiesta di assistenza tramite ticket e management degli asset device noleggiati, garantiamo un abbattimento notevole dei costi di gestione”.

Nel contesto attuale, considerando anche la spinta che arriverà dal piano nazionale ripresa e resilienza, ci si sta preparando a una vera corsa alla digitalizzazione da parte delle imprese, alle prese con l’implementazione del lavoro ibrido che dovrà avvenire con i massimi standard di sicurezza.  “Il nostro team Enterprise ha sviluppato delle soluzioni che includono tutti i vantaggi dell’ecosistema Apple”, precisa il general manager, “come la sicurezza a livello Hardware, del sistema e la criptazione dei dati già inclusa; integrandole con sistemi Enterprise per la protezione della navigazione online, ovunque l’utente si trovi, inclusa la rete cellulare o wifi non protette. Dalla gestione e sicurezza dei device alla progettazione ed integrazione della migliore tecnologia, per accrescere il vantaggio competitivo dei nostri clienti: la Realtà Virtuale e la Realtà Aumentata, ad esempio, portano un incremento della produttività, semplificando la comunicazione a favore di un rapido raggiungimento di obiettivi sempre più ambiziosi”.

Adesso Med Group guarda già al futuro e alle possibilità aperte dal volano costituito dal Piano nazionale ripresa e resilienza che prevede l’investimento di oltre 235 miliardi in investimenti infrastrutturali e strutturali volti al rilancio dell’economia. “È un piano che ci coinvolge e ci interessa sotto diversi aspetti”, conferma Parcaroli, “sia perchè attingeremo a questa possibilità con la nostra azienda per crescere ulteriormente, ristrutturando e potenziando il sistema produttivo e di infrastruttura, sia nell’essere partner e supporto a tutte quelle realtà che ne hanno bisogno, grazie alle soluzioni informatiche, offrendo tecnologia per tutte le aziende che vorranno cogliere questa occasione”.